Comunicato stampa di Ferrari del 25 ottobre 2017

La linea Perlé si arricchisce di un Trentodoc a dosaggio zero, un mosaico di millesimi che esprime l’essenza dello Chardonnay di montagna

È nuovo, ma soprattutto innovativo, il Ferrari Perlé Zero: non un semplice “pas dosé” ma un mosaico di millesimi che porta all’estremo la raffinata arte della creazione delle cuvée.

Nasce da un sapiente lavoro in cantina, dove i vini base di più annate vengono affinati con materiali diversi: l’acciaio, il legno e il vetro. Una volta imbottigliata, la cuvée matura a lungo sui lieviti, almeno 6 anni, prima della sboccatura senza l’aggiunta di zuccheri, ossia a dosaggio zero.

RICCHEZZA ESALTATA DAL LEGNO
Dall’elevazione in legno, struttura e ricchezza gustativa

ELEGANZA MATURATA IN ACCIAIO
Massima espressione del frutto e dell’eleganza aromatica dello Chardonnay

ESPRESSIVITÀ CONFERITA DAL VETRO
Un sorso preciso e profondo

Ogni cuvée identifica un preciso assemblaggio, unico e irripetibile, ed è comunicata in etichetta con un richiamo all’anno del tirage.  La prima è la Cuvée Zero 10, un mosaico di tre millesimi diversi, 2006, 2008 e 2009, messo in bottiglia nel 2010.

SCOPRI DI PIÙ

GUARDA IL VIDEO

Il Ferrari Perlé Zero è disponibile nelle migliori enoteche e ristoranti.

Per maggiori informazioni scrivere a info@ferraritrento.it .

CONDIVIDI