All’interno della manifestazione, promossa dalla Strada del Vino e dei Sapori del Trentino nell’ambito del coordinamento delle manifestazioni enologiche provinciali, spazio anche alla solidarietà, grazie ad una collaborazione con l’Associazione Amici di San Patrignano che illustrerà al pubblico le opportunità di recupero offerte dalla Comunità nei settori agricolo ed enologico. In programma, anche un tasting dei vini prodotti a San Patrignano e una cena di beneficienza.

La realtà di San Patrignano. Presentazione del progetto di recupero: l’Azienda Agricola e la Cantina Vini“. Questo il titolo dell’incontro in programma per sabato 1 luglio, alle ore 10.00, presso la Sala della Biblioteca di Palazzo Maffei a Cembra, che ha l’obiettivo di presentare al grande pubblico che affollerà la XXX edizione di Müller Thurgau: vino di montagna le opportunità offerte da San Patrignano, una delle più importanti comunità di recupero italiane.

Un appuntamento che mostra come l’agricoltura possa anche diventare uno strumento di riscatto per i giovani in cerca di una seconda chance nella vita. Lavorare la terra, prendersi cura delle vigne, partecipare alla vendemmia ed essere responsabili delle importanti operazioni che si svolgono in cantina, rappresenta infatti un quotidiano percorso di crescita che, come le altre moltissime opportunità di formazione che si svolgono all’interno della Comunità – oltre 50 -, mira a stimolare a mettersi in gioco, ad affrontare i propri limiti e a scoprire o ritrovare le proprie potenzialità contribuendo dunque ad accrescere l’autostima, elemento fondamentale per una vita felice.

Con il raggiungimento dell’importante traguardo dei 30 anni – spiega Mattia Clementi, Presidente della Rassegnaabbiamo voluto impreziosire la manifestazione con ulteriori contenuti di valore cercando di sensibilizzare la popolazione e gli ospiti che ci raggiungeranno da fuori su un problema molto importante, come quello della tossicodipendenza, e sulle buone pratiche che vedono nell’agricoltura e nella produzione vinicola strumenti efficaci per combatterla“.

E per testimoniare la produzione di alta qualità della Comunità, il giorno stesso, sabato 1 luglio, alle ore 17.00, presso i panoramici vigneti terrazzati de La Toresela, è in programma “La Valle di Cembra incontra San Patrignano“, degustazione condotta da Gianni Fabrizio, curatore guida Vini Gambero Rosso, che mette a confronto le diverse tipologie di vino prodotte in Valle con alcuni prodotti simbolo di San Patrignano (costo 20 euro, posti limitati; per info e prenotazioni scrivere a segreteria@mostramullerthurgau.it).

A suggellare la partnership solidale, infine, la cena di beneficienza con 5 portate, dall’antipasto al dolce, a favore della Comunità, realizzata da Bruno Stofella – Vicepresidente Associazione Cuochi Trentini – con prodotti a km zero e in abbinata ai vini della Valle di Cembra e di San Patrignano, in programma alle ore 20.00 lungo il viale del centro (costo 50 euro; per info e prenotazioni scrivere a segreteria@mostramullerthurgau.it o contattare APT Pinè Cembra al numero 0461 683110), oltre alla parallela esposizione di manufatti prodotti dai ragazzi che ne sono ospitati.

Tali iniziative sono state precedute da un incontro dedicato alla prevenzione, tenutosi venerdì 9 giugno alle ore 21.00 presso l’Oratorio parrocchiale di Cembra dal titolo “Un invito…per andare incontro alla vita. Il problema della tossicodipendenza“, con l’intervento di Maurizio Folgheraiter, Presidente dell’Associazione Amici di San Patrignano, e di alcune testimonianze di ragazzi e famiglie.

 

#trentinowinefest #rassegnamuellerthurgau

CONDIVIDI