alambicchigourmet-instagram-photo-1080x1080Terzo appuntamento per la rassegna pensata e organizzata dalla Strada del Vino e dei Sapori del Trentino in collaborazione con l’Istituto Tutela della Grappa del Trentino, per far conoscere e provare inediti abbinamenti con la grappa trentina. Protagoniste della serata, le grappe della Distilleria Pezzi e della Distilleria Casimiro, abbinate ai piatti del nuovo Ristorante Empatia di Andalo, presso il Cavallino Lovely Hotel.

 

 

Cavallino_Lovely_Hotel_esterno(2)Chi l’ha detto che la grappa deve essere degustata solo a fine pasto? Cosa succede se proviamo ad utilizzarla come ingrediente in cucina e a proporla ad inizio cena? Da questi intenti nasce la rassegna “Alambicchi Gourmet“, iniziativa fortemente voluta dalla Strada del Vino e dei Sapori del Trentino, in collaborazione con l’Istituto Tutela della Grappa del Trentino, per valorizzare uno dei prodotti più rappresentativi del territorio e mostrarne le infinite sfumature.

Casimiro_Archivio Istituto Tutela Grappa del TrentinoProssimo appuntamento, venerdì 10 giugno al nuovo Ristorante Empatia di Andalo, situato all’interno del Cavallino Lovely Hotel, con un menù di quattro portate che prende il via con un benvenuto della casa di formaggio Paganella con glassa ai fiori e miele di melata, abbinato alla grappa di Gewürztraminer della Distilleria Pezzi e prosegue con una piccola gelosia alla ricotta di montagna e foglioline di spinaci novelli con funghetti misti marinati in olio extravergine di oliva del Garda trentino, abbinata alla grappa di Nosiola della Distilleria Casimiro; con un filettino di maiale sfumato alla grappa di Nosiola con duchessa di patate e zucchine gialle dell’orto, in abbinamento ad un calice di Nosiola; per concludersi infine con un semifreddo ai frutti di bosco con cuore di frolla e salsa alla grappa di Moscato, in abbinamento alla grappa riserva Barrique della Distilleria Pezzi. Infine, come da tradizione, caffè e resentin, in abbinamento alla grappa invecchiata “Ritocchi nel tempo” della Distilleria Casimiro.

 

Pezzi_Archivio Istituto Tutela Grappa del TrentinoUn menù davvero completo, insomma, proposto a 35 euro e comprensivo di 4 grappe, 1 calice di vino, caffè e acqua. Ogni piatto sarà inoltre impreziosito dalla spiegazione e dai suggerimenti dei produttori coinvolti, che illustreranno brevemente anche storia, processo produttivo e tipologie della Trentino Grappa.

 

Scopri il programma della rassegna su: bit.ly/alambicchigourmet

 

Per info e prenotazioni, contattare la Strada del Vino e dei Sapori del Trentino allo 0461 921863 o all’indirizzo info@stradavinotrentino.com.


ATUTTOMUELLER - Copia In occasione della 29° edizione della Rassegna dei Müller Thurgau, la Strada del Vino e dei Sapori del Trentino propone anche quest’anno la manifestazione A tutto Müller, calendario di appuntamenti, in programma per tutto il mese di giugno e in varie location del Trentino, pensati per valorizzare questo prodotto attraverso stuzzicanti abbinamenti gastronomici.

Da Trento a Riva del Garda, dalla Vallagarina alla Piana Rotaliana, dall’Altopiano di Pinè alla Valle di Cembra: più di una decina gli appuntamenti organizzati dai soci della Strada del Vino e dei Sapori del Trentino nel corso del mese di giugno per celebrare uno dei vitigni più rappresentativi del territorio, il Müller Thurgau, in attesa della 29° Rassegna internazionale ad esso dedicata, che si terrà a Cembra dal 30 giugno al 3 luglio.

Ecco il calendario completo.

Durante tutto il mese di giugno, escluse le domeniche, l’Old Bar &Food di Trento proporrà sia a pranzo che a cena, A tavola con il Müller, ovvero un calice di vino in abbinamento a trancetti di salmerino trentino marinato su letto di rucola con patate e pomodorini. La quota è di 13 euro. Per info e prenotazioni, chiamare il numero 0461 263263 o visitare il sito www.oldbar.it.

Dall’11 giugno in poi, invece, sia a pranzo che a cena l’appuntamento è alla Locanda 2 Camini di Baselga di Pinè per Aperitivo Müller e sapori di montagna. Qui l’abbinamento si giocherà con praline di polenta ed erbe spontanee, perle di ortica fritta e/o formaggio di malga Le Mandre o Maso Prener. La quota di partecipazione è di 5 euro e comprende un calice di vino accompagnato da una porzione di stuzzichini. Per info e prenotazioni chiamare il numero 0461 557200 o scrivere a info@locanda2camini.it.

Ogni giovedì del mese, dalle 18.00 alle 21.00, al Ristorante Villetta Annessa di Riva del Garda sarà Aperitivo a tutto Müller. Cinque serate, in collaborazione con l’Agraria di Riva del Garda, per scoprire le caratteristiche di questo vitigno il cui colore, profumo e gusto verranno interpretati in modo creativo attraverso un’ampia possibilità di abbinamenti. Per info e prenotazioni chiamare il numero 0464 552335 o visitare www.hotelvillamiravalle.com.

Ogni venerdì del mese, invece, dalle 17.30 alle 18.30, presso la Vinoteca di Endrizzi a San Michele a/A è previsto l’appuntamento Müller Hour in Endrizzi, dove si potrà acquistare un calice di Müller Thurgau in abbinamento a finger food realizzati in collaborazione con Macelleria Sighel di Baselga di Pinè e gli asparagi della cooperativa As.T.A. – Asparagicoltori Trentini Associati di Lavis. La quota di partecipazione è di 2 euro e comprende un calice e due finger food. Per info, chiamare il numero 0461 662672 o scrivere a vinoteca@endrizzi.it.

Solo per venerdì 10 e 17 giugno, a partire dalle 18.00, la Cantina di Isera organizza A spasso nei vigneti e serata aperitivo in cantina, con visita guidata nei vigneti di Müller Thurgau sulle colline alte di Isera con degustazione e finale in cantina con abbinamento gastronomico e accompagnamento musicale della Telemusic anni 60/70 Blow Up – Tributo Hammond. Per info e prenotazioni, chiamare il numero 0464 433795 o scrivere a info@cantinaisera.it.

Sempre a Isera, ma mercoledì 22 giugno dalle ore 18.30, sarà la volta invece di Müller Thurgau, erbe di montagna e pesce di lago. La serata partirà con la visita guidata ai vigneti delle colline di Isera, per poi proseguire, dalle ore 20.00, alla Locanda delle 3 Chiavi, con un menù speciale a base di erbe di montagna e pesce di lago. La quota di partecipazione è di 28 euro. Per info e prenotazioni, chiamare il numero 0464 423721.

A Trento, venerdì 24 giugno è tempo di Müller tra calici e forchette, presso la Sala BarNaut di Villa S. Ignazio. Qui il Circolo Culturale Astrosabaudo propone un incontro con Nicola Zanotelli che presenterà il suo Müller Thurgau Le Strope della Soc. Agr. Zanotelli, vincitore della medaglia d’oro 2015 al Concorso Internazionale Vini Müller Thurgau, in abbinamento a una proposta gastronomica ad hoc. La quota di partecipazione è di 35 euro. Per info e prenotazioni, chiamare il numero 347 0846858 o scrivere a silviafozzer@gmail.com.

Spostandoci di qualche chilometro, sabato 25 giugno, dalle 14 alle 20, Villa Persani organizza a Civezzano di Trento Müller alle Fratte, uno speciale pomeriggio dedicato a questo vino. L’incontro inizia con la degustazione del Müller Thurgau coltivato a quota 700 m abbinato agli asparagi di Zambana di As.T.A. e a una selezione di salumi del territorio, per poi proseguire con una passeggiata nel vigneto in compagnia del produttoreed una visita al vecchio maso.La quota di partecipazione è di 10 euro. Per info e prenotazioni chiamare il 349 3605561 o scrivere a info@villapersani.com.

Il giorno successivo, domenica 26 giugno, ci si sposta al Palarotari di San Michele a/A per Aperitivo aspettando il concerto dei Tre Allegri Ragazzi Morti. Dalle 19 alle 22, nell’elegante foyer verrà allestito un punto di degustazione dei Müller Thurgau trentino nella versione ferma, superiore e miscelata. Per info, scrivere a visite@mezzacorona.it.

Infine, mercoledì 29 giugno a Verla di Giovo, Villa Corniole apre la sua cantina per A cena con il Müller Thurgau, visita guidata seguita da una cena realizzata dallo chef trentino Paolo Betti del Rifugio Maranza dove il Müller Thurgau Petramontis dell’azienda sarà protagonista non solo nell’abbinamento ai piatti ma anche come ingrediente. La quota di partecipazione è di 35 euro. Per info e prenotazioni, chiamare il numero 0461 695067 o il 347 5860178 o scrivere a info@villacorniole.com.
Per maggiori info: bit.ly/aTuttoMueller
#atuttomueller

 

Comunicato stampa del Consorzio Levico Terme in Centro del 24 maggio 2016

Festival dei Fiori Levico Terme2Dal 2 al 5 giugno il centro storico di Levico Terme si veste di fiori in tutte le loro forme e colori con la prima edizione dell’omonimo Festival, organizzato dal Consorzio Levico Terme in Centro grazie alla preziosa collaborazione del Comune e della Cassa Rurale di Levico Terme, dell’Azienda per il Turismo Valsugana Lagorai e della Provincia Autonoma di Trento.

Oltre alle aree dedicate alla rivendita di fiori e piante, l’evento metterà in luce tutte le sfumature del tema: le vie della cittadina accoglieranno professionisti del pollice verde, della cosmesi, dell’enogastronomia e dell’intrattenimento per bambini per una vera e propria rassegna “petalosa”.

Ogni angolo del centro storico vanterà spazi allestiti con un approccio non convenzionale all’arte floreale secondo il rispetto dell’essenza della natura, sotto l’attenta direzione artistica di Patrizia Cova – EcoFlowerDesigner.  Altri esperti del settore si alterneranno per dimostrazioni di lavorazione di bouquet, di centrotavola, di allestimento di feste floreali e del riuso di materiali riciclabili per l’allestimento di angoli di giardino fai da te.

Coloro che preferiscono creare in modo attivo potranno partecipare ai laboratori gratuiti, ad esempio per apprendere la filosofia della coltivazione di erbe officinali nella produzione di sali aromatici e di sacchetti profumati con l’Azienda Agricola Dal Fior o per cimentarsi nella lavorazione di vasi di origami di giornale per piantare semi e piantine.

Le varietà della flora della Valsugana saranno in mostra grazie alla partecipazione dell’Oasi WWF di Valtrigona, dell’Ecomuseo del Lagorai e del Giardino d’Europa – Museo Casa De Gasperi, che proporranno attività ludiche per intrattenere le famiglie; gli amanti della botanica potranno anche partecipare alla visita del Parco Secolare degli Asburgo e presso la Biblioteca di Levico sarà in consultazione un’esposizione di libri dedicati ai fiori di montagna del Trentino. Anche il Museo degli Strumenti Musicali Popolari di Roncegno Terme contribuirà a decorare il centro con allestimenti di strumenti fioriti e con proposte ricreative che conciliano i temi della musica e delle natura.

Festival dei Fiori Levico TermeDivertimento garantito per i bambini con tante altre esperienze gratuite: truccabimbi e racconta-storie, laboratori con l’uso di materiali di riciclaggio e sfide fiorite tra piccoli pittori saranno solo alcuni dei tanti modi per avvicinare i più piccoli al mondo della natura in fiore. Come di consueto, una mattinata sarà dedicata ai laboratori didattici per le scuole primarie del Trentino, che oltre alle attività già citate potranno apprendere i segreti della creazione di un erbario per poi comporre i propri segnalibri con fiori essiccati. I piccoli allievi avranno anche la possibilità di osservare da vicino la camera di volo delle api dell’Azienda Agricola Facchinelli per scoprire le fasi che portano dall’impollinazione del fiore alla produzione di diverse varietà di miele, da degustare per tutta la durata del Festival. Le classi saranno supportare dagli studenti dell’Istituto Turistico Marie Curie, che vanta ormai una solida collaborazione con il Consorzio di Levico Terme nella gestione dei gruppi di scolaresche. Il coinvolgimento delle realtà locali impegnerà anche gli ospiti del Centro don Ziglio, sia con allestimenti sia con laboratori per creare graziosi fiori di carta.

Spazio agli amanti della buona tavola con la rassegna Il Pollice Verde in Cucina: oltre ai menù a tema proposti dai bar e dai ristoranti di Levico, barman e chef si alterneranno in piazza della Chiesa per svelare i segreti della preparazione di cocktail e di piatti preparati con fiori commestibili.

Non mancheranno le proposte dedicate alla bellezza in fiore, con le dimostrazioni di trucco di Estetica Ohana, con i trattamenti di benessere naturale di Estetica Rimabell, con l’esibizione dell’Associazione Sincronia Danza e con la sfilata di moda mare – abbigliamento intimo a cura di Yvydea.

Il sabato pomeriggio le attività del Festival dei Fiori lasceranno spazio agli intrattenimenti di Fa’ la tua pArte”, evento a cura di Spazio Giovani Appm Onlus in collaborazione con Movin’Sounds: musicisti, pittori, ballerini, scultori, poeti, fotografi, circensi, astronomi, orefici ed ogni sorta di artista coloreranno il centro di Levico con le loro performance.

Per concludere quattro giorni di intrattenimento, domenica 5 si terranno le premiazioni delle “Sfide a suon di petali” che hanno coinvolto Levico Terme in attesa del Festival: il Balcone Fiorito dedicato a tutti gli abitanti, Ospitalità e Ristorazione in Fiore dedicato a strutture ricettive, bar e ristoranti, Vetrine in Fiore dedicato ai commercianti. I vincitori riceveranno buoni di € 100,00 cadauno da spendere presso la Floricoltura Ognibeni Garden della Valsugana, presso il punto vendita della Cooperativa Contadini Alta Valsugana e presso la Fioreria Morena di Levico Terme.

 

Per il programma dettagliato dell’iniziativa: www.visitlevicoterme.it/fiori

Pagina Facebook: Visit Levico Terme

Da Pergine Valsugana a Sarche di Calavino, da Lavis a Cognola di Trento, da Mori a Nomi: ce n’è per tutti i gusti per l’ultimo weekend di Gemme di Gusto, il calendario di appuntamenti organizzato dai soci della Strada del Vino e dei Sapori del Trentino nei fine settimana del mese di maggio.

IMG_3958L’ultimo lungo weekend di Gemme di Gusto prende il via venerdì 27 maggio all’Albergo Ristorante Valcanover, in località Valcanover di Pergine Valsugana, alle ore 20.00, con Gustando la primavera, cena a base di eccellenze del territorio, alternando i prodotti ittici d’acqua dolce del Trentino ai sapori più “robusti” di montagna, in compagnia dei produttori che racconteranno il loro lavoro quotidiano. Il menù prevede filetto di salmerino alpino in crosta di pane accompagnato con mostarde Ca’ dei Baghi, maltagliati con cimette di ortica e patate della Vigolana, cartoccio di sarde del Lago di Garda con polenta Mais Spin Caldonazzo e mousse di ricotta fresca dell’Azienda Agricola Le Mandre con composta di frutta.  Ogni piatto verrà abbinato ad un vino delle Cantine Mezzacorona. La quota di partecipazione è di 35 euro. Per info e prenotazioni, chiamare entro il 26 maggio il numero 0461 548037 o il  346 7404082.
Brindisi Trentodoc_Archivio Strada Vino TrentinoStesso giorno, venerdì 27, stesso orario, ore 20.00, ma presso l’Hosteria Toblino di Sarche di Calavino, è invece in programma  Valle dei Laghi, Valle di gusto: menù a tema primavera, con protagonisti erbe e fiori di campo, accompagnato dalle birre artigianali del Birrificio Rethia di Vezzano e dal pane del Panificio Pasticceria Tecchioli di Cavedine. Anche in questo caso, lo chef sarà accompagnato dai produttori, che illustreranno i sapori e la storia di ogni prodotto utilizzato. La serata si apre con una torta salata di grano saraceno della Valle dei Laghi alle erbette di campo e tarassaco, si prosegue con dei tortelloni fatti in casa all’ortica con salsa ai profumi di violetta e bruscandoli, poi con un filetto di trota salmonata in carta fata su letto di patate all’aneto, cicorino all’olio extra vergine di oliva e spinacino al sentore di primula, e si chiude con una panna cotta ai fiori di malva. La quota di partecipazione è di 35 euro. Per info e prenotazioni, chiamare entro il 26 maggio il numero 0461 561113.

Un sorso di primavera2_Archivio Strada del Vino e dei Sapori del TrentinoSempre venerdì 27, dalle 19.00 alle 21.00, la Cantina Mori Colli Zugna di Mori dà appuntamento per Un sorso di primavera, stuzzicanti abbinamenti enogastronomici. Guidati da Erika e dal suo staff, si potranno scoprire i prodotti del territorio (erbe aromatiche, prodotti ittici o prodotti a base di farine molite a pietra) che meglio si sposano ai vini bianchi e profumati, come il Trentino Doc Gewürztraminer, il Müller Thurgau, il nuovo Serico o lo spumeggiante Trentodoc Morus. Le degustazioni sono a pagamento, info e prenotazioni al numero 0464 917918.

La primavera fiorisce alla Grotta dello Spumante_Archivio Pedrotti Spumante (1)Bollicine di montagna protagoniste anche a Nomi, con La primavera fiorisce nella Grotta dello Spumante, in programma sabato 28 maggio. Si parte alle 14.30 da Palazzo Springa con una passeggiata tra Palazzo Vecchio e il castello, tra boschi e vigneti in fiore, seguita da una degustazione di Trentodoc Pedrotti in abbinamento a bocconcini di pesce trentino della Troticoltura Armanini, all’interno della Grotta dello Spumante Pedrotti. Per i più piccoli, la possibilità di disegnare e degustazioni di pane, confettura e succhi di frutta biologici trentini. Il costo a persona è di 20,00 euro (5,00 per i bambini); per prenotazioni chiamare entro il 26 maggio allo 0464 835111 o scrivere a info@pedrottispumanti.it.

Gemme dei Ciucioi_Archivio Strada del Vino e dei Sapori del Trentino (2)Alle ore 15.00, è invece il turno di Lavis con Gemme dei Ciucioi, dove i produttori lavisiani propongono gustose degustazioni all’interno del suggestivo scenario del Giardino dei Ciucioi, opera del visionario Tomaso Bortolotti. Si potranno assaggiare dai salumi ai vini, dai formaggi alle birre artigianali, dalle tisane al gelato, dalle dolci specialità ai succhi di frutta. Ad impreziosire il pomeriggio, un intrattenimento musicale e uno spettacolo teatrale. La quota di partecipazione è di 10 euro (5 euro per i bambini e i ragazzi fino ai 18 anni e gratuito sotto i 5 anni). Per info e prenotazioni, chiamare entro il 27 maggio il numero 340 5350993 o scrivere a chiarasimoni@cantinemonfort.it. In caso di maltempo, l’evento non avrà luogo.

Tramonto con gusto_Archivio Strada del Vino e dei Sapori del Trentino (1)Alle ore 18.00, infine, le Gemme di Gusto si spostano a Cognola di Trento, per Tramonto sulla collina dell’Argentario, una passeggiata di un’ora e trenta al tramonto sulle colline di Trento, seguita da un aperitivo tra le vigne di Maso Martis e una cena con prodotti locali a Maso Bergamini, splendida villa seicentesca. La quota di partecipazione è di 25 euro (gratuita sotto i 14 anni). Per info e prenotazioni, chiamare entro le 12 di venerdì 27 maggio il numero 0461 921863 o scrivere a info@stradavinotrentino.com.

Erborista per un giorno_Archivio Naturgresta (1)Ultimo appuntamento domenica 29 maggio, a Valle San Felice di Mori, ore 9.30, con Erborista per un giorno, ovvero una visita guidata presso Naturgresta – azienda impegnata nella produzione di erbe officinali per la produzione di tinture madri, gemmoderivati, oli essenziali, liquori e cosmetici naturali – seguita da una degustazione di mieli e sciroppi abbinati ad una colazione “light&green” curata da Ca’ dei Fazzilisti, e una passeggiata di circa due ore e mezzo nei campi in compagnia dell’erborista per scoprire i principi base dell’agricoltura biologica, della permacoltura e le caratteristiche delle zone montane limitrofe al Garda. In chiusura, visita al laboratorio di trasformazione per conoscere le varie fasi di lavorazione e produzione di prodotti erboristici. La quota di partecipazione è di 5 euro (gratis sotto i 14 anni). Per info e prenotazioni, chiamare entro il 26 maggio i numero 0464 910365 o il 348 7774535 o scrivere a ecoidea@cimonetti.it.

Programma completo e dettagli su www.stradavinotrentino.com oppure bit.ly/Gemmedigusto

Comunicato stampa del Consorzio di Tutela del Formaggio D.O.P. Spressa delle Giudicarie del 18 maggio 2016

 

assemblea17_maggio_2016Dopo aver lavorato sulla qualità del prodotto la Spressa è pronta a riacquisire un ruolo di primo piano all’interno dei prodotti enogastronomici trentini.

 
«L’Anno Zero»: così nella mattinata di ieri – martedì 17 maggio – Mauro Povinelli, presidente del Consorzio di Tutela del Formaggio D.O.P. Spressa delle Giudicarie, ha definito il 2016.

In occasione dell’assemblea annuale, tenutasi presso Palazzo Lodron Bertelli a Caderzone Terme, Povinelli ha infatti illustrato il progetto di valorizzazione della D.O.P. giudicariese.

«Si tratta – ha spiegato il presidente – di un progetto che permetterà di ridare alla Spressa un ruolo di primo piano nel settore dei prodotti di qualità della nostra provincia e non solo. In questi primi 7 anni di attività ci siamo concentrati sulla qualità di un prodotto che è unico nel suo genere. Allo stesso tempo però abbiamo proseguito nell’attività di tutela del marchio Spressa e ottenuto le prime risorse per avviare iniziative di promozione più importanti grazie al quale potremo far conoscere questo formaggio in maniera più decisa».

Sono infatti molte le novità che, ha aggiunto Povinelli «verranno introdotte nei prossimi tre anni».

In primis «la volontà di proseguire – ha sottolineato il presidente – con la partecipazione a manifestazioni locali proponendo degustazioni e eventi collaterali». Un rilancio che si concretizzerà anche grazie ad una collaborazione con la Strada e del Vino e dei Sapori del Trentino che, come ha confermato la direttrice, Elena Chincarini «è già partita con l’inserimento della Spressa in alcuni degli appuntamenti in programma».

Questi dunque, in estrema sintesi, gli elementi attraverso cui, come ha proseguito il presidente «si sta facendo salto di qualità. Questo per noi è l’Anno Zero. Da qui si riparte per far capire a tutti che il nostro è un prodotto ottimo che viene apprezzato da tutti quelli che lo provano».

Proprio per questo motivo a giocare un ruolo decisivo sarà il fattore Qualità che, come ha aggiunto la responsabile di LatteTrento, Irma Casna «oggi è molto buona. Possiamo essere fieri del prodotto che realizziamo. In questi anni ci sono stati dei sensibili miglioramenti e questo anche grazie al rapporto che si è instaurato con gli allevatori coinvolti».

Casna si è poi soffermata su uno degli elementi di originalità della Spressa «la particolarità di questo prodotto – ha spiegato – è quella di essere realizzato con il latte crudo detto anche latte nobile. La lavorazione del latte crudo oggi è stata rivalutata moltissimo ed è probabile che ne sentiremo parlare molto nei prossimi anni».

A confermare invece la volontà di ampliare gli orizzonti del Consorzio è stata la presenza in sala non solo dei soci, allevatori e produttori, ma anche dei rappresentanti di alcune delle realtà coinvolte in questa iniziativa. «Questo perché la volontà – ha spiegato Poviinelli – è proprio quella di riuscire a fare rete e creare una forte sinergia con gli enti che operano sul territorio delle Giudicarie e non solo».

«Siamo contenti – ha sottolineato l’assessore provinciale Michele Dallapiccola –  dell’interesse degli allevatori in questo ambito. Lo considero un “cambio di mentalità” che fa capire come ci sia la voglia di raccontare e di diventare parte integrante dello sviluppo del prodotto anche in un’ottica turistica. Una duplice sensibilità che manifesta in sé una grande opportunità, per questo troverete una provincia con le porte aperte e che collaborerà con voi».

Soddisfazione anche tra le fila dell’unico produttore e trasformatore della Spressa, ovvero  LatteTrento rappresentato dal presidente Carlo Graziadei e dal direttore, Sergio Paoli.

«La Spressa – ha sottolineato Paoli – ormai è salva. Abbiamo raggiunto un livello qualitativo che ci viene riconosciuto da tutti. Noi, come produttori, ci sentiamo gratificati per il gruppo compatto che si è creato e che ci crede. Stiamo facendo un bel lavoro per valorizzare un prodotto che è unico nel suo genere».

Tra gli obiettivi c’è poi quello di aumentare la produzione e i primi dati del 2016 fanno già ben sperare «nel 2015 abbiamo prodotto 6 mila forme di Spressa – ha aggiunto il direttore – e puntiamo a superare le 10 mila forme nei prossimi 2 anni. Già ora stiamo producendo di più e, a maggio, siamo a 4 mila forme».

Di buon auspicio è poi la presenza della Spressa nello spot realizzato per Jerry Scotti e il suo “Caduta Libera” che è andato in onda nella serata di ieri.

Positivi infine i commenti dei rappresentanti degli enti presenti tra cui Franco Bazzoli, presidente del Bim del Chiese, Rino Villi per il Bim del Sarca, Marco Masè presidente dell’ApT Madonna di Campiglio Pinzolo Val Rendena, Roberto Failoni assessore della Comunità di Valle delle Giudicarie, William Collini neo presidente della Famiglia Cooperativa di Pinzolo e Marcello Mosca sindaco del comune di Caderzone Terme.

L’assemblea dei soci del Consorzio di Tutela del Formaggio D.O.P. Spressa delle Giudicarie ha approvato all’unanimità il bilancio 2015 che pareggia a 17.131 € ed evidenzia un conto economico di 18.998 €. L’onere e l’onore di presentarlo è andato a Marco Polla e alla capo sindaca, Bruna Cunaccia.

A concludere l’incontro non poteva non essere una degustazione della D.O.P. giudicariese con un buffet e un pranzo a base di Spressa e “polenta carbonera”.

 

 

Cos’è la Spressa

La Spressa D.O.P. delle Giudicarie è un formaggio semi magro da tavola, a pasta semidura e a fermentazione naturale. Prodotto principalmente con il latte vaccino crudo ottenuto da vacche di razza Rendena e Bruna questo formaggio è tipico del Trentino Occidentale (Valli Giudicarie – in particolare Val Rendena e alta Val del Chiese).

È uno dei più antichi formaggi della montagna alpina e dal 26 gennaio 2004 può fregiarsi dell’iscrizione nel Registro delle Denominazioni di Origine protetta.

La produzione avviene esclusivamente nello stabilimento di Pinzolo dalla società cooperativa agricola LatteTrento, ad oggi unico soggetto produttore autorizzato dal Consorzio di Tutela.

gemmegusto-instagram-photo-1080x1080Dalla Piana Rotaliana alla Vallagarina, dalla Valle di Cembra al Garda, da Trento alle Giudicarie: tanti  gli appuntamenti dei soci della Strada del Vino e dei Sapori del Trentino per il prossimo weekend. A farla da padrone, le degustazioni e i trekking gastronomici alla scoperta delle eccellenze del territorio.

 

Prosegue il calendario di “Gemme di Gusto”, ricco calendario di eventi organizzato dalla Strada del Vino e dei Sapori del Trentino, in collaborazione con i propri soci, nel corso dei 5 fine settimana del mese di maggio.

Red velvet_Archivio Cantine MezzacoronaVenerdì 20 maggio, a partire dalle 19.00, è in programma Red Velvet a Mezzocorona, una serata dedicata ai vellutati vini rossi autoctoni, ovvero Marzemino, Lagrein e Teroldego Rotaliano, proposti in abbinata a formaggi trentini in 5 piatti degustazione dopo una visita in “notturna” alla produzione. Il costo è di 30 euro e l’evento è al chiuso per cui si svolgerà anche in caso di maltempo. Per info e prenotazioni, contattare il numero 0461 616300 o scrivere a info@mezzacorona.it.

Un sorso di primavera_Archivio Strada del Vino e dei Sapori del TrentinoVenerdì 20, dalle 19.00 alle 21.00, ritorna – come ogni venerdì del mese – Un sorso di primavera presso la Cantina Mori Colli Zugna di Mori, stuzzicanti abbinamenti enogastronomici. Guidati da Erika e dal suo staff, si potranno scoprire i prodotti del territorio (erbe aromatiche, prodotti ittici o prodotti a base di farine molite a pietra) che meglio si sposano ai vini bianchi e profumati, come il Trentino Doc Gewürztraminer, il Müller Thurgau, il nuovo Serico o lo spumeggiante Trentodoc Morus. L’evento è al chiuso, per cui si svolgerà anche in caso di maltempo. Le degustazioni sono a pagamento; info e prenotazioni al numero 0464 917918.

Camminare con gusto_Archivio Strada del Vino e dei Sapori del Trentino (2) - CopiaSabato 21 maggio, ore 13.30, torna invece Camminare con gusto, trekking alla scoperta dei prodotti tipici trentini a Ponte Arche di Comano Terme, una passeggiata di tre ore tra luoghi ad alto valore artistico-culturale e territori ad alto valore agroalimentare. Si parte dall’hotel del Comano Cattoni Holiday verso Poia e Vigo Lomaso, per visitare una delle pievi più antiche del Trentino, dedicata a San Lorenzo. A Dasindo, dopo aver visitato la chiesetta dedicata alla Madonna Assunta, affrescata da Baschenis, e la casa di Giovanni Prati, si raggiunge la Co.P.A.G., la Cooperativa di Produttori Agricoli Giudicariesi, per scoprire prodotti a km-zero come le patate del Lomaso, gli ortaggi, le mele, le ciliegie e i piccoli frutti. Infine, attraversando la Val Lomasona, si scoprirà il mondo di Agrilife, azienda agricola con allevamento di asini, coltivazioni di piante officinali, patate, mais e fattoria didattica, per raggiungere poi Villa di Campo a Vigo Lomaso, dimora storica di charme dove si svolgerà una degustazione di prodotti tipici trentini a km-zero. Il costo a persona è di 15 euro (7 euro per i bambini). In caso di maltempo, monitorare la pagina dedicata sul sito della Strada del Vino e dei Sapori, che verrà aggiornato con eventuali rinvii. Per info e prenotazioni, chiamare il numero 0465 701442 entro venerdì 20 maggio.

4passi tra borghi,vigneti ed oliveti_Archivio Agraria Riva del Garda_©EugenioLutiLo stesso giorno a Dro, ore 10.00, è prevista Quattro passi tra borghi, vigneti e oliveti nell’Alto Garda, una passeggiata di circa 3 ore tra vigneti e oliveti alla scoperta delle produzioni biologiche della zona, con pranzo finale a Maso Lizzone e intrattenimento musicale. Il costo a persona è di 20 euro. In caso di maltempo, l’evento slitterà a sabato 28 maggio. Per info e prenotazioni chiamare lo 0464 552133 o scrivere a stefano@agririva.it o roberta@agririva.it.

Incontro con boschi e sapori_Archivio La Corte dei CiliegiAlle 14.00 a Sopramonte di Trento si svolge invece Incontro con i boschi e i sapori del Monte Bondone, una passeggiata di un’ora e mezzo sui sentieri del Monte Bondone, assaporando profumi, suoni e colori del bosco. Si parte dalla località Prà del Botter, bivio Malga Brigolina. Nel corso del tragitto, è prevista la sosta presso La Corte dei Ciliegi dove Luca racconterà i segreti delle sue coltivazioni di piccoli frutti. Seguirà una degustazione dei prodotti del Panificio Tecchioli accompagnati dai salumi della Salumeria Belli e dalla composta di ribes rosso e ciliegie. Nel corso della pausa, focus sui trucchi della lievitazione e l’arte della lavorazione del pane. La camminata si chiude a Sopramonte con Gilberto, che racconterà come prepara i suoi salumi. Segue aperitivo al ribes rosso. Il costo a persona è di 12 euro (gratis sotto i 14 anni). In caso di maltempo, monitorare la pagina dedicata sul sito della Strada del Vino e dei Sapori, che verrà aggiornato con eventuali rinvii. Per info e prenotazioni, chiamare il numero 329 7254216 o scrivere a lacortedeiciliegi.tn@gmail.com.

Duererweg_Archivio APT Altopiano di Pinè e Valle di Cembra (3)Il fine settimana si conclude domenica 22 maggio, e dalle 8.45 alle 17.00 circa, con il trekking culturale Lungo il Dürerweg dal centro di Cembra al Castello di Segonzano, attraverso i terrazzamenti vitati tipici della Valle di Cembra, lungo i sentieri attraversati dal Dürer, con piccole soste di degustazioni e pranzo rustico finale accompagnato da uno spettacolo al castello. Il costo è di 20 euro a persona (riduzioni per bambini) e l’evento si svolgerà anche in caso di maltempo. Per info e prenotazioni, chiamare il numero 0461 683110 o scrivere a infocembra@visitpinecembra.it.

 

Programma completo e dettagli su www.stradavinotrentino.com oppure bit.ly/Gemmedigusto

 

Comunicato stampa del Movimento Turismo del Vino del 17 maggio 2016

 

Tutto pronto per la manifestazione nata 24 anni fa per avvicinare produttori e consumatori. Coinvolte non solo cantine ma anche due distillerie e un frantoio. In molte tappe, stuzzicanti abbinamenti con i migliori prodotti gastronomici del territorio. A disposizione anche l’Enobus che toccherà 4 realtà della Piana Rotaliana.

CANTINE APERTE 2016 percorso_Eno-busCome da tradizione, anche quest’anno il Movimento Turismo del Vino Trentino-Alto Adige propone un ricco programma in regione in occasione di “Cantine Aperte”, la manifestazione che da 24 anni caratterizza l’ultimo fine settimana del mese di maggio in tutta Italia.

Porte aperte in cantina, dunque, ma anche in distilleria e in frantoio. Non solo. Degustazioni guidate e visite nei vigneti più belli e rappresentativi, per un tuffo a 360° nel mondo della vite e del vino. Un appuntamento che di anno in anno raccoglie sempre più adesioni, complice la possibilità di visitare realtà di assoluto prestigio ma anche l’ascesa che da diverso tempo sta caratterizzando il turismo enogastronomico.

Doppia modalità per chi vuole partecipare: oltre alla possibilità di visitare con mezzi propri le diverse cantine, il Movimento Turismo del Vino Trentino Alto-Adige ha organizzato anche un pratico Enobus gratuito che, dalle 10.00 alle 18.00 a flusso continuo, toccherà quattro realtà dislocate lungo la Piana Rotaliana: Endrizzi Casa Vitivinicola dal 1885, Cantina La Vis – che prevede 2 tappe, una in azienda e una presso la location di Maso Franch – , Maso Poli e Cantina Roverè della Luna Aichholz.

Da Endrizzi Casa Vitivinicola dal 1885 (Via Masetto 2, San Michele all’Adige, TN), alle ore 11.30, sarà possibile accedere ad una degustazione guidata dei vini più premiati della cantina, comprese annate storiche, e, ad ora di pranzo, degustare una gustosa proposta food. Nel corso della giornata, inoltre, saranno a disposizione del pubblico mercatini di specialità alimentari tipiche trentine, con vendita, laboratori per bambini e animazione con spettacolo. Il costo è di 10 euro e parte del ricavato sarà devoluto all’Associazione Fibrosi Cistica.

La Cantina La Vis (Via Carmine 7, Lavis, TN) propone invece la visita dell’azienda a Lavis, dell’azienda Cembra cantina di montagna (Via IV Novembre 72, Cembra Lisignago, TN) e di Maso Franch, con focus sulle principali tecniche di vinificazione e affinamento dei vini oltre, ovviamente, a degustazioni di vini in abbinata ad alcune eccellenze di produttori della Strada del Vino e dei Sapori del Trentino. Il costo è di 8 euro e parte del ricavato sarà devoluto all’Associazione Fibrosi Cistica.

Cantina, vigneto e degustazione anche a Maso Poli (Strada del Vino 33, Lavis, TN), che proporrà in particolare abbinamenti con miele, mele e trote. Tra le novità di questa edizione, inoltre, un lungo apericena dalle 19.00 alle 24.00 con postazione dj set e festa a tema giallo. Il costo è di 10 euro e parte del ricavato sarà devoluto all’Associazione Fibrosi Cistica.

Riflettori accesi sui vini recentemente premiati a Vinitaly per la Cantina Roverè della Luna Aichholz (Via IV Novembre 9, Roverè della Luna, TN), ovvero il nuovo Vervè Trentodoc Brut Millesimato 2012, il Pinot Grigio DOC Trentino 2015 e il Traminer Aromatico DOC Trentino 2015, oltre al Lagrein DOC Trentino Vigna Rigli 2013, Medaglia d’Argento alla 40° Mostra dei Vini Triveneti di Camaloò, con degustazioni guidate alla scoperta dei vitigni più rappresentativi della Cantina e del territorio in cui è inserita. Possibilità, inoltre, di degustare golosi panini gourmet. Il costo varia dai 5 ai 10 euro e parte del ricavato sarà devoluto all’Associazione Fibrosi Cistica.

Ma le iniziative non si fermano alle cantine toccate dal passaggio dell’Enobus.

Arunda (Via Joseph Schwarz 18, Meltina, BZ) organizza visite e degustazioni in abbinamento a speck altoatesini e dedica un corner agli sciabolatori.

La Cantina Mori Colli Zugna (Sp 90 Località Formigher 2, Mori, TN) aprirà la propria cantina ipogea proponendo degustazione di vini in abbinata ai prodotti gastronomici dei soci della Strada del Vino e dei Sapori del Trentino, oltre alla possibilità di godere della mostra d’arte collettiva allestita presso l’Enoteca. Ingresso a pagamento.

Degustazione di vini in abbinamento ai prodotti della Strada del Vino e dei Sapori del Trentino anche a Maso Toresella di Cavit (Via Toresella 2, Sarche di Calavino, TN) con visita al vigneto e possibilità di assistere allo spettacolo teatrale “Genesi di un primato”, organizzato in collaborazione con TrentoSpettacoli, a cui seguirà l’apertura del Primato (261) Altemasi. Ingresso libero.

Alle Cantine Mezzacorona – Rotari (Via Teroldego 1, Mezzocorona, TN), Cantine Aperte si abbina, come ogni anno, alla fiera Mezzocorona Expo 2016, che prevede molte attività con i bambini, tra giochi, laboratori e la possibilità di accedere al villaggio dei pompieri, grazie alla collaborazione con il Trentino dei Bambini. Non mancheranno, ovviamente, le visite guidate alla cantina, con degustazione di tre vini in abbinamento a stuzzichini trentini.  Il costo è di 5  euro e parte del ricavato sarà devoluto all’Associazione Fibrosi Cistica.

Visite guidate anche alla Distilleria Marzadro (Via per Brancolino 10, Nogaredo, TN), con degustazioni della grappa “Anfora” e di una selezione di tre riserve invecchiate in botti. Il tutto abbinato al cioccolato italiano Domori.  Il costo è di 5  euro e parte del ricavato sarà devoluto all’Associazione Fibrosi Cistica.

Rimanendo in Vallagarina, Borgo dei Posseri (località Pozzo Basso, Ala, TN) propone invece un calice in degustazione seguito da un percorso multisensoriale che porterà gli ospiti all’interno di gazebi immersi nelle vigne. Ingresso libero.

L’Azienda Agricola Mas dela Fam (Via Stella 18, Trento), oltre ai propri vini e un menù tutto Trentino, proporrà un abbinamento di grappe della Distilleria Bertagnolli. Ingresso libero.

Prenotazione obbligatoria da Cantine Ferrari (Via del Ponte di Ravina 15, Trento), per chi volesse visitare il vigneto Alto Margon con transfer organizzato. In cantina, si svolgerà anche quest’anno il rito del sabrage, il colpo di sciabola. Brindisi con la linea Maximum Brut in abbinata alle proposte gastronomiche della Locanda Margon. Possibilità, infine, di visitare Villa Margon. Il costo è di 15  euro.

Possibilità, infine, di visitare anche il Frantoio Bertamini (Via Mazzini 12, Arco) per scoprire le caratteristiche organolettiche dell’olio del Garda.

“Siamo davvero felici – dichiara Valentina Togn, Presidente del Movimento Turismo del Vino Trentino Alto-Adige – della grande adesione dimostrata anche quest’anno dalle nostre aziende socie. Del resto, questo appuntamento rappresenta per tutti una grande opportunità di incontrare il consumatore finale appassionato. Ogni anno – conclude – si registra per ogni cantina un flusso variabile che va dalle 200 alle 1000 persone”.

 

 

Ufficio stampa Movimento Turismo del Vino Trentino Alto-Adige
Stefania Casagranda – 393 9994515
casagranda.stefania@gmail.com

Comunicato di Pegaso Media, del 17 maggio 2016

CEREVISIAFra tre giorni e per tutto il prossimo fine settimana, i cultori della birra potranno degustare i migliori prodotti artigianali trentini e, se coltivano l’hobby di produrla in casa, potranno persino mettersi alla prova partecipando al concorso loro riservato. Tutto questo, e molto altro, grazie a «Cerevisia», il festival dedicato al nobile prodotto degustato già dalle civiltà più antiche, che da venerdì a domenica prenderà vita fra le pareti del Palanaunia di Fondo, in Val di Non, dove troveranno posto gli stand di tutti e venti i birrifici artigianali trentini. La terza edizione è stata presentata questa mattina nella sede dell’Associazione Artigiani e Piccole Imprese, un incontro che ha permesso agli esperti del settore, erano presenti anche cinque produttori, di confrontarsi sulle sfide che questo settore in pieno sviluppo si trova ad affrontare.

Non è stata scelta a caso la sede della conferenza stampa. L’Associazione Artigiani trentina sta infatti affiancando i produttori locali, soprattutto nel loro sforzo di utilizzare materie prime a chilometri zero, che alimenta un circolo virtuoso per l’economia locale. La giovane età di gran parte degli imprenditori e l’opportunità di recuperare territori incolti sono elementi di stimolo per l’Associazione di via Brennero, che si sta muovendo per arrivare alla costruzione di un maltificio tutto trentino, grazie al quale si potrà mantenere l’intera filiera entro i confini provinciali.

CEREVISIA2Il programma si apre venerdì sera alle ore 20,00 con la cena che valorizza gli abbinamenti studiati dall’Associazione Cuochi Trentini, intitolata «Doppio Malto a Chi?!?», mentre i visitatori della mostra saranno accompagnati nelle loro degustazioni dalle note del gruppo Black Cat and Dirty Blues. Il giorno successivo alle 14,15 si svolgerà la degustazione guidata intitolata «L’anello mancante tra la birra e il vino. Le birre acide belghe», alle 15,00 quella denominata «In alto le basse! Bassa fermentazione trentine». Alle 16,15, dopo la cerimonia di inaugurazione, ecco «Orzi e Luppoli! Obiettivo Km zero», in collaborazione con l’Associazione Giovani Artigiani Trentini, alle 17,30 «Abbinamenti da scoprire, birra e formaggi», a cura delle Strada dei Formaggi delle Dolomiti, e alle 18,30 un corso di avvicinamento alla degustazione della birra. Il tutto mentre gli stand lavoreranno senza sosta per servire, e illustrare, le proprie etichette al pubblico. Dalle ore 22 ancora musica live sul palco del Palanaunia grazie agli Outdoors e ai Back Sound.
Domenica 22 il gran finale: la mattina dalle 10,30 avrà luogo il laboratorio dedicato ai lieviti tenuto da Nicola Coppe, alle 11,30 la Strada della mela e dei sapori della Val di Non e di Sole proporrà «Birra e territorio, matrimonio di gusto!». Dopo pranzo si comincia con un incontro focalizzato sull’Italian Grape Ale alle 14,30, si prosegue con «Birre Belghe e cioccolato, un amore infinito» alle 16,30, una presentazione della coltivazione del luppolo in Trentino e in Val di Non alle 17,00 e una presentazione della neonata Associazione Birrai Artigianali Trentini alle 17,30. Nel finale spazio alle premiazioni dei tanti concorsi previsti, il più prestigioso dei quali è quello dedicato al miglior birrificio trentino del 2016.

Hanno detto oggi

Francesco Piechenstein (comitato organizzatore): «Cerevisia è nata tre anni fa da un’idea di Daniele Graziadei, sensibile nei confronti della nuova tendenza delle birre artigianali. Nella prima edizione abbiamo ospitato nove produttori trentini, 14 lo scorso anno e addirittura 20 questa volta, a testimonianza dell’interesse che suscita questo mondo di nicchia, ma in crescita esponenziale».

Daniele Graziadei (sindaco di Fondo): «Questa manifestazione è un vanto per il paese di Fondo, ma pure per tutto il territorio della Val di Non. In pochi anni abbiamo bruciato le tappe, grazie anche allo spirito di condivisione che ci ha portato ad attivare anche una preziosa collaborazione con l’Associazione Artigiani della Provincia di Trento e grazie ad un programma che tiene in grande considerazione anche l’aspetto didattico, al di là delle semplici degustazioni».

Massimo Zadra (presidente artigiani Val di Non): «Questa manifestazione è la massima espressione di un movimento produttivo interessante, che include alcuni aspetti importanti come la territorialità, lo spirito d’impresa e soprattutto il mondo dei giovani che si mettono in gioco in un settore che ha potenzialità. Per noi, come attività istituzionale, è stato un obbligo affiancarci a questo nuovo filone che sosterremo e che non escludo possa meritarsi una sezione dedicata all’interno della nostra Associazione provinciale».

Cristina Zanghellini (presidente Giovani Imprenditori Artigiani): «Il fatto che gli organizzatori di Cerevisia abbiano scelto la nostra sede per presentare la loro manifestazione per noi è importante, ma anche un motivo per iniziare una collaborazione con il mondo dei prodottori di birra artigianale, un settore in evoluzione, animato da un’imprenditoria giovane. Ci sono tanti aspetti che rispecchiano la filosofia della nostra sezione e che si intrecciano con un progetto di sviluppo che vede coinvolta l’Associazione Artigiani, la Coldiretti e l’Istituto Mach di San Michele all’Adige con l’obiettivo di valorizzare le professionalità trentine che si basato su principi territoriali e produzioni a chilometro zero».

 

Scopri il programma su: www.cerevisiafestival.com

Comunicato di Palazzo Roccabruna, del 17 maggio 2016

DAL 19 AL 22 MAGGIO DEGUSTAZIONI A PALAZZO ROCCABRUNA ED UN RICCO PROGRAMMA DI EVENTI SULLA CITTA’.
APERTURA DELLE DEGUSTAZIONI GIOVEDì 19 MAGGIO ALLE 17.00

RKOR0450Tradizionale occasione di incontro fra consumatori e mondo enologico locale, la Mostra Vini del Trentino, nella sua 79^ edizione, è il frutto della collaborazione fra Consorzio Vini del Trentino e CCIAA di Trento con il sostegno della Provincia autonoma di Trento, l’APT di Trento, Monte Bondone e Valle dei Laghi, il Consorzio Trento Iniziative e il patrocinio del Comune.

Nella conferenza stampa tenutasi questa mattina a Palazzo Roccabruna sono intervenuti Giovanni Bort, presidente della CCIAA di Trento, Mauro Leveghi, segretario generale dell’Ente camerale, Graziano Molon, direttore del Consorzio tutela vini del Trentino, Elda Verones, direttrice dell’Apt di Trento e Roberto Stanchina, assessore comunale al turismo.

“La Mostra vini del Trentino è un evento che anima la città di Trento dal 1925 e ben 35 edizioni sono state organizzate presso la Camera di commercio di Trento” ha ricordato Mauro Leveghi che, nel sottolineare la funzione di organismo di controllo della filiera vitivinicola svolta dall’Ente, ha fornito brevemente i dati più significativi del settore. Nel 2015 la raccolta totale di uve è stata di 1.244.000 quintali, la produzione enologica ha toccato i 750.000 ettolitri, di cui 404.000 certificati Doc. L’imbottigliamento, fra vini Doc e IGT di annate diverse, è stato lo scorso anno di 551.000 ettolitri.

Giovanni Bort ha posto l’accento sul ruolo strategico dell’agricoltura, e della vitivinicoltura in particolare, per l’immagine del territorio: “L’agricoltura in tutte le sue espressioni non ha solo un valore economico in sé – ha affermato il Presidente della CCIAA – ma è anche un prezioso strumento di tutela idrogeologica dell’ambiente montano e di comunicazione in campo turistico”.

Al suo debutto alla 79^ Mostra vini del Trentino, il direttore del Consorzio vini del Trentino, Graziano Molon, ha presentato il programma delle iniziative sottolineando l’importanza della collaborazione con le istituzioni del territorio al fine di veicolare un’immagine integrata e coordinata dell’offerta culturale ed enogastronomica della provincia.

Infine, l’assessore comunale al turismo, Roberto Stanchina, esprimendo soddisfazione per l’importante traguardo raggiunto dalla Mostra, oggi alla sua 79^ edizione, ha richiamato l’attenzione su un aspetto fondamentale della cultura enologica, quello del bere consapevole; aspetto che trova nei vari laboratori proposti dal programma della rassegna, un posto di particolare rilievo quale elemento strategico della comunicazione del prodotto.

Sono 43 le aziende che hanno aderito all’iniziativa con 128 etichette, 31 di queste sono rappresentate dalle bollicine del Trentodoc.

Palazzo Roccabruna ospiterà le degustazioni da giovedì 19 a domenica 22 maggio con il seguente orario: giovedì e venerdì 17-22; sabato 11-23 e domenica 11-21. Da venerdì a domenica in orario mostra sarà possibile gustare nella cucina del Palazzo le proposte gastronomiche preparate dagli chef delle Strade.  Venerdì sarà ospite dell’Enoteca l’agritur Fior di Bosco (Valfloriana) accompagnato dalla Strada dei Formaggi delle Dolomiti, mentre sabato e domenica in collaborazione con la Strada del Vino e dei Sapori del Trentino saranno protagonisti, ai fuochi del Palazzo, rispettivamente lo Scrigno del Duomo (Trento) e l’agritur Rincher di Roncegno.

Non mancheranno laboratori di approfondimento (ingresso gratuito) che si proporranno di trasformare la degustazione enologica in un’esperienza sensoriale a tutto tondo: Divinisensi a cura di Carlo Casillo e Mariano De Tassis venerdì alle 20.00 e alle 21.30 nonché sabato alle 19.30 e alle 22.30. Domenica mattina alle 11.00 sarà la volta di un laboratorio dedicato al profumo in compagnia di un’esperta di essenze, Erica Angeli (ArtFoodLab), e di un sommelier, Antonio Falzolgher che ci introdurranno in un mondo affascinante e complesso, quello delle sensazioni olfattive (Profumo di-vino, prenotazioni allo 0461/887101; costo consumazione 5,00 Euro)

Oltre a Palazzo Roccabruna anche il Libercafé – la cosiddetta Palazzina Liberty di Piazza Dante – da poco inaugurata sarà teatro di momenti di accostamento ai vini autoctoni trentini attraverso rapidi laboratori curati da sommelier (giovedì e venerdì alle 11.00 e alle 18.00 – prenotazioni allo 0461/887101; ingresso libero).

Il teatro con Maura Pettorruso svilupperà il tema del vino in due appuntamenti, venerdì e sabato alle 20.45, dal titolo “Sei vitigni in cerca d’autore” rispettivamente all’ Area Sass in piazza Cesare Battisti e al Museo Diocesano.

Al cinema Astra proiezioni gratuite di film e documentari sul vino (giovedì alle 19.00 Archevitis e L’approdo enoico di Nereo Pederzolli e venerdì sempre alle 19.00 Barolo boys. Storia di una rivoluzione di Paolo Casalis e Tiziano Gaia) con degustazioni dei vini in mostra nello spazio enologico interno.

Infine numerose iniziative in cantina (Spagnolli, Borgo dei Posseri, Cantina di Aldeno, Cantina di Isera, Cantina Mezzacorona, Cantina di Mori Colli Zugna, Villa Corniole  e Consorzio Cembrani Doc) per scoprire i vini là dove nascono in compagnia di chi li produce.

 

 

Programma

DEGUSTAZIONI A PALAZZO ROCCABRUNA
orari
19 e 20 maggio dalle 17 alle 22
21 maggio dalle 11 alle 23
22 maggio dalle 11 alle 21

Prezzi:
5,00 Euro tre calici di vino base
10,00 Euro tre calici di vino millesimato o riserva

Apertura giovedì 19 maggio ad ore 17.00

 

Giovedì 19 maggio
Ore 17 – Palazzo Roccabruna
Apertura della 79° Mostra Vini del Trentino

Ore 19 – Cinema Astra – Corso Buonarroti, 16, Trento
Proiezione gratuita del film “Archévitis” e “L’approdo enoico”, due cortometraggi dedicati al viaggio del Marzemino dal Caucaso al Trentino.  Presentazione a cura dell’autore Nereo Pederzolli. Produzione Sirio Film e Comune di Isera (60’ circa)
L’Enoteca del Cinema è aperta con una selezione dei vini presentati alla Mostra.

VENERDì 20 MAGGIO
Ore 11 – Libercafè – Piazza Dante – Palazzina Liberty
Momenti DiVini: avvicinamento agli autoctoni trentini. Prenotazione allo 0461/887101. Ingresso gratuito

Ore 18 – Libercafè – Piazza Dante – Palazzina Liberty
Momenti DiVini: avvicinamento agli autoctoni trentini. Prenotazione allo 0461/887101. ingresso gratuito

Ore 19 – Cinema Astra – Corso Buonarroti, 16, Trento
Proiezione gratuita del film “Barolo boys. Storia di una rivoluzione”
Il meraviglioso paesaggio delle Langhe fa da sfondo alla storia di un gruppo di amici, i “ragazzi ribelli” che hanno reso grande il vino italiano, tra conflitti generazionali, geniali intuizioni e polemiche mai sopite. Un film di Paolo Casalis e Tiziano Gaia (64′). Una produzione Stuffilm.
L’Enoteca del Cinema è aperta con una selezione dei vini presentati alla Mostra.

Ore 20 – Palazzo Roccabruna, laboratorio formazione
Divinisensi: degustazione sensoriale immersiva di Carlo Casillo e Mariano De Tassis. Ingresso gratuito. Prenotazione allo 0461/887101

Ore 20.45 – Area Sass – Spazio Archeologico sotterraneo del Sas – Piazza Cesare Battisti, Trento
Sei vitigni in cerca d’autore, rappresentazione teatrale con Maura Pettorruso. Ingresso gratuito

Ore 21.30 – Palazzo Roccabruna, laboratorio formazione
Divinisensi: degustazione sensoriale immersiva di Carlo Casillo e Mariano De Tassis. Ingresso gratuito. Prenotazione allo 0461/887101

Ristorazione:

In collaborazione con la Strada dei formaggi delle Dolomiti l’agritur Fior di Bosco (Valfloriana) proporrà dalle 17 alle 22 a Palazzo Roccabruna un piatto unico tradizionale (15,00 Euro) ed un piatto “aperitivo” (7,00 Euro) abbinati ai vini in mostra.

SABATO 21 MAGGIO
Ore 11 – Libercafè – Piazza Dante – Palazzina Liberty
Momenti DiVini: avvicinamento agli autoctoni trentini; prenotazione allo 0461/887101. Ingresso gratuito

Ore 18 – Libercafè – Piazza Dante – Palazzina Liberty
Momenti DiVini: avvicinamento agli autoctoni trentini; prenotazione allo 0461/887101. Ingresso gratuito

Ore 19.30 – Palazzo Roccabruna, laboratorio formazione
Divinisensi: degustazione sensoriale immersiva di Carlo Casillo e Mariano De Tassis. Ingresso gratuito. Prenotazione allo 0461/887101

Ore 20.45 – Museo Diocesano Tridentino – Piazza Duomo, 18, Trento
Sei vitigni in cerca d’autore, rappresentazione teatrale con Maura Pettorruso. Ingresso gratuito

Ore 22.30 – Palazzo Roccabruna, laboratorio formazione
Divinisensi: degustazione sensoriale immersiva di Carlo Casillo e Mariano De Tassis. Ingresso gratuito. Prenotazione allo 0461/887101

Ristorazione:
In collaborazione con la Strada del Vino e dei Sapori del Trentino il ristorante Scrigno del Duomo di Trento proporrà a Palazzo Roccabruna dalle 11.00 alle 23.00 un piatto unico tradizionale (15,00 Euro) ed un piatto “aperitivo” (7,00 Euro) abbinati ai vini in mostra.


DOMENICA 22 MAGGIO

Ore 11 – Palazzo Roccabruna, laboratorio formazione
Profumo di-vino: laboratorio degustativo-olfattivo a cura di Erica Angeli (ArtFoodLab) esperta di profumi e di Antonio Falzolgher, sommelier AIS; prezzo 5,00 Euro.
Prenotazioni allo 0461/887101

Ristorazione:
In collaborazione con la Strada del Vino e dei Sapori del Trentino l’agritur Rincher (Roncegno) proporrà a Palazzo Roccabruna dalle 11 alle 21 un piatto unico tradizionale (15,00 Euro) ed un piatto “aperitivo” (7,00 Euro) abbinati ai vini in mostra.

(P.M.)

gemmegusto-instagram-photo-1080x1080Lavis, Mori e Nomi le location protagoniste del prossimo weekend di Gemme di Gusto, il calendario di eventi organizzato dalla Strada del Vino e dei Sapori del Trentino, in collaborazione con i propri soci, nel corso dei fine settimana del mese di maggio.

Dopo il successo dei primi due fine settimana di maggio, proseguono le iniziative dei soci della Strada del Vino e dei Sapori del Trentino per Gemme di Gusto con tre appuntamenti che avranno luogo anche in caso di maltempo.

Ecologica-mente_Archivio Comune di Lavis (1)Prima tappa a Lavis, con Ecologica-mente, un intero weekendda venerdì 13 a domenica 15 maggiodedicato all’ecologia e alla valorizzazione dell’ambiente, attraverso una serie di iniziative rivolte soprattutto ai bambini, ma adatte comunque a tutte le età. L’obiettivo è stimolare ad una riflessione sul tema attraverso la logica dell’edutainment, grazie ad una serie di attività ludico-creative in programma. In particolare, domenica, grazie al centro cittadino chiuso al traffico per l’occasione, ci sarà la possibilità di scoprire e giocare con gli animali, creare qualcosa con le proprie mani o partecipare ad uno spettacolo teatrale. Per informazioni, visitare www.comunelavis.it o scrivere a urp@comunelavis.it .

Un sorso di primavera_Archivio Strada del Vino e dei Sapori del TrentinoVenerdì 13, dalle 19.00 alle 21.00, ritorna – come ogni venerdì del mese – Un sorso di primavera presso la Cantina Mori Colli Zugna di Mori, stuzzicanti abbinamenti enogastronomici. Guidati da Erika e dal suo staff, si potranno scoprire i prodotti del territorio (erbe aromatiche, prodotti ittici o prodotti a base di farine molite a pietra) che meglio si sposano ai vini bianchi e profumati, come il Trentino Doc Gewürztraminer, il Müller Thurgau, il nuovo Serico o lo spumeggiante Trentodoc Morus. Le degustazioni sono a pagamento, info e prenotazioni al numero 0464 917918.

La primavera fiorisce alla Grotta dello Spumante_Archivio Pedrotti Spumante (4)Bollicine di montagna protagoniste anche a Nomi, con La primavera fiorisce nella Grotta dello Spumante, in programma sabato 14 maggio. Si parte alle 14.30 da Palazzo Springa con una passeggiata tra Palazzo Vecchio e il castello, tra boschi e vigneti in fiore, seguita da una degustazione di Trentodoc Pedrotti in abbinamento a bocconcini di pesce trentino della Troticoltura Armanini, all’interno della Grotta dello Spumante Pedrotti. Per i più piccoli, la possibilità di disegnare e degustazioni di pane, confettura e succhi di frutta biologici trentini. Il costo a persona è di 20,00 euro (5,00 per i bambini); per prenotazioni chiamare allo 0464 835111 o scrivere a info@pedrottispumanti.it.

 

Programma completo e dettagli su www.stradavinotrentino.com oppure bit.ly/Gemmedigusto

  • Commenti disabilitati su ECOLOGIA E BOLLICINE PER IL TERZO WEEKEND DI GEMME DI GUSTO
    13-14-15 maggio 2016

Newsletter

LA TUA EMAIL:



  • User AvatarTrentino IN { Un'evento imperdibile per tutti gli amanti dell'enologia! E' anche un'ottima occasione per visitare le dolomiti del trentino. } – mag 04, 3:03 PM
  • User AvatarPaola Gottardi { Faccio i miei complimenti per la struttura prestigiosa che state dando al Trentino. Qualora riteniate che la mia persona possa darvi in qualche maniera aiuto... } – feb 24, 8:15 AM
  • User AvatarMahjong { Ho aspettato molto tempo per leggere qualcosa di cos bello e interessante. Grazie! } – lug 14, 1:13 AM
  • User AvatarWilliamtrob { What a nice YouTube video it is! Awesome, I liked it, and I am sharing this YouTube video with all my mates. Legendario. } – giu 15, 7:26 AM
  • User AvatarMonica Filoni { Complimenti è stata una mostra esemplare. Si dovrebbe fare spesso perchè è molto interessante anche per gli adulti. Sono molto interessata alla lavorazione della lana... } – mag 24, 11:57 AM
  • User AvatarPaolo { Complimenti, molto bello vedere presentati assieme tanti mercatini del Trentino. Bisogna mostrare uniti il nostro territorio trentino, ovviamente rispettando le peculiarità di tutti. Il turismo... } – dic 09, 10:39 PM

Argomenti

#alambicchigourmet (2)
#artigianoinfiera (1)
#assembleasociale (1)
#atuttabirra (1)
#atuttomueller (1)
#carnesalada (1)
#castellidivini (4)
#cerevisia (1)
#dafareintrentino (1)
#divinottobre (5)
#DOCcinema (6)
#expo2015 (2)
#festivalvinotrentino (3)
#gemmmedigusto (10)
#grappatrentina (2)
#happytrentodoc (1)
#milluminodimeno (1)
#settimanadellabirra (1)
#stradavinotrentino (77)
#trentinoskisunrise (2)
#viaggigusto (1)
Accademia d'Impresa (6)
Adotta una mucca (9)
Albe in malga (6)
allestimenti (6)
alpeggio (13)
Anteprime (28)
anticipazioni (63)
anticpiazioni (4)
Armonie Golose (2)
Associazione Vignaioli del Trentino (2)
Autunno (51)
autunno trentino (34)
Autunno Trentino 2009 (7)
aziende (78)
Birre artigianali (12)
Bottiglie Aperte (1)
Calici di stelle (1)
cantine (113)
cantine aperte (5)
Casolara (1)
Castello del Buonconsiglio (2)
Chef in Strada (17)
Cinema Divino (6)
comune di trento (7)
concorsi (22)
conferenze e congressi (9)
corsi di cucina (14)
corsi vino (4)
cultura del bere (18)
cultura ed enogastronomia (111)
degustazioni (165)
DOC 2011 (24)
DOC 2012 (23)
DOC 2013 (12)
DOC 2014 (6)
DOC 2015 (7)
Ecoristorazione (9)
enoturismo (18)
erbe officinali (8)
eventi (215)
Expo Riva Hotel (15)
Festival dell'Economia (1)
fiere (17)
Film (15)
formaggi (26)
Formazione (18)
Gambero Rosso (2)
Gemme di Gusto (12)
Girovagando in Trentino (1)
grappe e distillati (11)
Guide (7)
inaugurazioni (9)
innovazione (13)
interviste (13)
Km zero (12)
Lagorai (12)
malghe (22)
marchio qualità (5)
MART (13)
media (21)
menù (45)
miele (5)
Montagna di latte (5)
Mostra Vini Trentino (7)
MUSE (2)
Natale (16)
Natura Mente Vino (2)
novità (19)
Olio (2)
Olio Trentino DOP (12)
Ortinparco (1)
Palazzo Roccabruna (20)
piccoli frutti (7)
premi e riconoscimenti (17)
Premio Da Canal (1)
Premio Luciano Da Canal (1)
Presidio Slow Food (5)
primavera (3)
prodotti (88)
prodotti km 0 (38)
product placement (3)
produzioni biologiche e biodinamiche (7)
Progetti (13)
PROGETTO CIBO LA FORMA DEL GUSTO (12)
proposte gastronomiche (75)
proposte vacanza (10)
Prova del cuoco (1)
punti vendita (7)
Ricerche di mercato e tendenze (13)
ricette (7)
riconoscimenti (7)
ristoranti (37)
Senza categoria (188)
Serate enogastronomiche (83)
show cooking (10)
Sky Wine (1)
Slow Food (8)
Slow Food Trentino (8)
soci (116)
social media marketing (2)
social network (2)
solidarietà (4)
sostenibilità (9)
Speedtasting (1)
sport ed enogastronomia (6)
spumante Trento Doc (71)
Strada del Vino e dei Sapori del Trentino (23)
Strada del Vino e dei Sapori Trento e Valsugana (87)
Strade del Vino e dei Sapori del Trentino (56)
teatro (3)
Teroldego Rotaliano (4)
territorio (71)
tour virtuale (24)
trekking con l'autore (6)
trekking urbano (13)
Trentino (13)
Trento Film Festival (5)
TRENTODOC (42)
turismo (3)
turismo del vino (11)
Turismo enogastronomico (37)
Valle dei Mocheni (7)
Valle del Chiese (5)
Valsugana (54)
video (9)
Vigolana (3)
Vinitaly (11)
vino & arte (12)
visite in cantina (11)
week-end del gusto (6)
Wine Blog (4)

WP-Cumulus by Roy Tanck requires Flash Player 9 or better.

> ARCHIVIO COMPLETO DEI POST


Media Partner





Google+