14225359_1846660528897299_3522040678485922509_nTorna anche quest’anno lo spettacolo itinerante lungo le vie di Santa Massenza per celebrare la grappa trentina, la sua storia e le sue sfumature.

Da giovedì 8 a sabato 10 dicembre, il piccolo borgo di Santa Massenza si anima per ospitare la nuova edizione de La notte degli alambicchi accesi. Un appuntamento ormai irrinunciabile che ogni anno attrae centinaia di visitatori da tutta Italia, grazie al suo irresistibile fascino.

Nel corso della tre giorni, infatti, le vie del paese si impreziosiscono di luci e colori che contribuiscono a ricreare una magica atmosfera natalizia facendo da cornice allo spettacolo itinerante interpretato dalla compagnia teatrale Koinè per illustrare l’affascinante e tradizionale arte della distillazione della grappa.

L’esibizione mira a sottolineare infatti la cura artigianale della produzione di questo caratteristico prodotto, promosso e tutelato dall’Istituto Grappa del Trentino, attraverso coinvolgenti performance live. Gli spettacoli sono in programma giovedì 8 alle ore 18.00 e alle 21.00, venerdì 9 dicembre alle ore 18.00 e sabato 10 dicembre alle ore 18.00 e alle 21.00 e sono riservati ad un massimo di 250 persone per turno (per questo è fortemente consigliata la prenotazione), suddivise in 5 gruppi.

archivio-apt-trento-foto-p-geminiani-1Il pubblico, coadiuvato da un’audioguida – che quest’anno sarà accessibile anche con le proprie cuffie sintonizzandosi col proprio smartphone alla frequenza suggerita in loco – sarà coinvolto in un percorso a tappe lungo le 5 distillerie del paese. Ad ogni sosta, la compagnia metterà in scena un episodio dello spettacolo, della durata di circa 20 minuti, e inviterà alla successiva degustazione*.

Nei giorni dell’iniziativa, inoltre, i visitatori potranno scoprire le eccellenze artigiane ed enogastronomiche, gli spettacoli in strada e l’intrattenimento per bambini proposti dal mercatino Vite di luce, in programma anche nei weekend del 3 e 4 dicembre e del 17 e 18 dicembre, ed esplorare la Centrale idroelettrica di Santa Massenza che, grazie al Progetto Hydrotour del Gruppo Dolomiti Energia, aprirà le sue porte al pubblico con nuovi allestimenti per mostrare a grandi e bambini come la forza dell’acqua viene trasformata in energia pulita.

la-notte-degli-alambicchi-accesi_foto-archivio-apt-trento-monte-bondone-valle-dei-laghi-p-geminiani-2*Le degustazioni sono riservate esclusivamente ai maggiorenni. La partecipazione ha un costo di 8 euro; 4 euro dai 3 ai 12 anni ed è gratuita sotto i 2 anni. La prenotazione è obbligatoria al numero 0461-216000 e prevede il ritiro delle cuffie e del bicchiere a S. Massenza un’ora prima della partenza. È inoltre disponibile, su prenotazione, un transfer dedicato in partenza da Trento al costo di 10 euro (minimo 10 iscritti e fino a esaurimento posti).

Profilo La notte degli alambicchi accesi

La notte degli alambicchi accesi è un progetto a cura dell’Associazione culturale “Santa Massenza piccola Nizza de Trent”, APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi, Trentino Marketing, Strada del Vino e dei Sapori del Trentino, Istituto Tutela Grappa del Trentino, con la collaborazione di Comunità di Valle, Consorzio Pro Loco Valle dei Laghi Trento Monte Bondone e Comune di Vallelaghi.

 

 

alambicchi-dicembre_webIl nono appuntamento della rassegna della Strada del Vino e dei Sapori del Trentino, nata in collaborazione con l’Istituto Tutela della Grappa del Trentino per far conoscere e provare inediti abbinamenti a tavola con la grappa trentina, è in programma presso la Pensione Maria “Turismo Rurale” di Piscine di Sover, con le grappe di  Antica Erboristeria Dott. Cappelletti  e della Distilleria Rossi D’Anaunia – Dallavalle.

 

pensione_mariaturismorurale_famigliaAlambicchi Gourmet” arriva in Val di Cembra. Ad ospitare l’inedita serata, che mira alla valorizzazione della grappa attraverso la proposta di inaspettati abbinamenti a tutto pasto, la Pensione Maria “Turismo Rurale” di Piscine di Sover.

cappelletti_12-8e9-12L’appuntamento è in programma per venerdì 9 dicembre, a partire dalle ore 20.00, e prevede un menù di quattro portate. Si inizia con un benvenuto della casa a base di caprino di capra pezzata mochena e miele di montagna in abbinamento a grappa Selezione Claudia Particella Traminer di Antica Erboristeria Dott. Cappelletti, per poi procedere con un antipasto composto da sformatino di porri accompagnato da grappa 137 di monovitigno Groppello di Distilleria Rossi D’Anaunia – Dallavalle. Per il secondo, si propone un filettino di maiale in crosta di erbe aromatiche con chicchi d’uva caramellati in grappa giovane, affiancato da un calice di Pinot Grigio Ramato di Villa Corniole per poi passare a dei cuori di castagne al profumo di grappa su salsa di cachi in abbinamento a  grappa Selezione 137 Gran Riserva di Distilleria Rossi D’Anaunia – Dallavalle e, infine, chiudere con un caffè espresso e  grappa Cadevita Riserva di Antica Erboristeria Dott. Cappelletti.

rossianaunia-full-526768c3e0aa732f1c175307Il menù è proposto ad un prezzo di 28 euro, comprensivo di 4 grappe, 1 calice di vino, caffè e acqua. Ogni piatto sarà arricchito dalla spiegazione e dai suggerimenti dei produttori coinvolti, che illustreranno brevemente anche storia, processo produttivo e tipologie della Trentino Grappa.

Programma completo della rassegna su: bit.ly/alambicchigourmet

 

Per info e prenotazioni entro il 7 dicembre, contattare la Strada del Vino e dei Sapori del Trentino allo 0461 921863 o all’indirizzo info@stradavinotrentino.com.

 

Comunicato stampa di Consorzio Levico Terme in Centro dell’18 novembre 2016

xnatale2Grande attesa per il via della quindicesima edizione del Mercatino di Natale di Levico Terme, organizzato dal Consorzio Levico Terme in Centro grazie alla preziosa collaborazione dell’Azienda per il Turismo Valsugana, del Comune di Levico Terme, della Provincia Autonoma di Trento e dalla Cassa Rurale Alta Valsugana. I cancelli del parco saranno aperti già dalle ore 10.00 di sabato 19 novembre, mentre l’inaugurazione ufficiale avverrà alle ore 14.00 con la presenza della autorità e con la suggestiva sfilata dei figuranti della Corte Asburgica.

 xcadeibaghi2Le 60 casette in legno addobbate a festa sono pronte ad accogliere i numerosi visitatori che ogni anno accorrono a visitare il mercatino più incantato del Trentino, apprezzato proprio per la sua ambientazione unica nel parco Secolare degli Asburgo, che recentemente è entrato a far parte della rete dei Grandi Giardini Italiani a testimonianza del valore storico ambientale che ricopre. La scorsa edizione del Mercatino ha visto il raggiungimento di numeri da record per la cittadina termale: le presenze di visitatori stimate sono state oltre 350.000, le presenze turistiche certificate negli hotel sono state oltre 36.000, per non contare gli oltre 400 i pullman registrati e i circa 10.000 camper attirati grazie all’evento.

csm_la_corte_dei_ciliegi__6__25647795deIl Mercatino di Natale di Levico si caratterizza anche grazie alla vasta offerta di eventi collaterali, al via già da questo fine settimana. I più piccoli potranno consegnare le loro letterine e raccontare i loro desideri a Babbo Natale, che siederà sul suo trono tutti i pomeriggi fino al 24 dicembre. Spazio alla creatività e al divertimento anche nel Villaggio degli Elfi, dove i bimbi potranno cimentarsi in simpatiche creazioni da portare a casa.

Grande attenzione anche agli intrattenimenti musicali, che contribuiscono a rendere festoso il clima del Mercatino grazie alla rassegna “InCanto sotto la neve”, dedicata alle esibizioni itineranti dei cori di montagna, e grazie agli intrattenimenti della Christmas Band.

xtrentinoerbe2I sapori trentini saranno protagonisti con la prima delle feste attese dai più golosi: nel pomeriggio di domenica 20 novembre si terrà la Festa del Formai de Malga, che permetterà ai presenti di scoprire tutti i segreti delle antiche tradizioni casearie.

Passeggiando nel vicino centro storico, da non perdere la mostra che raccoglie centinaia di presepi presso la saletta ex cinema e la capanna in piazza della Chiesa con le statue della Natività a grandezza naturale, opere degli scultori del Simposio del Legno EncontrArte, che quest’anno si terrà dal 2 al 7 dicembre.

xrincher2Nei pomeriggi di sabato e di domenica anche il Forte Austo Ungarico Colle delle Benne sarà aperto al pubblico per accogliere i visitatori dalle ore 13.30 alle 16.30, grazie all’Associazione Culturale Chiarentana.

 

Per ulteriori informazioni:

Consorzio Levico Terme in Centro
www.visitlevicoterme.it/natale    |Facebook Visit Levico Terme – Il Mercatino di Natale Asburgico

Azienda per il Turismo Valsugana
Tel. 0461 727700 | E-mail info@visitvalsugana.it

 

 

 

Date e orari di apertura del Mercatino

 

Dalle ore 10.00 alle 19.00
19, 20, 25, 26*, 27 novembre
2, 3*, 4, 5, 6, 7, 8*, 9, 10*, 11, 16, 17*, 18, 23, 24
​Dal 2 al 11, dal​ 16 al 18, 23 e 24 dicembre
Tutti i giorni al 26 dicembre al 6 gennaio

*dalle 10.00 alle 22.30

 

Gli eventi del Mercatino di Natale Asburgico

Festa del Formai de Malga 20 novembre e 18 dicembre dalle ore 15.00

Festa della Polenta 27 novembre e 11 dicembre

Festa della Patata 4 dicembre

Festa del Miele 10 dicembre

Simposio del Legno EncontrArte Dal 2 al 7 dicembre

Il trono di Babbo Natale Dal 19 novembre al 24 dicembre dalle ore 14.00 alle 18.00

Cori di Natale InCanto Sotto La Neve 19 e 26 novembre, 3, 8, 10, 17 dicembre

I Krampus 7 dicembre dalle ore 15.00

La Corte Asburgica al Mercatino Sfilata 8 dicembre dalle ore 21.00 e a passeggio tutti i sabato pomeriggio

Strozegada di Santa Lucia 12 dicembre dalle ore 17.30

Presepe Vivente 24 e 26 dicembre dalle ore 15.00

La magia dei fuochi d’artificio natalizi 26 novembre, 3, 10 e 17 dicembre

Gli intrattenimenti musicali della Christmas Band Dal 19 novembre al 18 dicembre dalle ore 14.00 alle 18.00

Concerto di Capodanno 1 gennaio dalle ore 14.30

La Befana 6 gennaio dalle ore 14.00

di-gusto-in-gusto_fb_archivio-strada-del-vino-e-dei-sapori-del-trentinoTra le novità della proposta natalizia rivana, il villaggio e mercatino enogastronomico “Di gusto in gusto” e, nei fine settimana, il “Percorso del gusto Trentodoc”.

 

L’iniziativa “E’ Natale…a Riva del Garda”, in programma da sabato 3 dicembre a domenica 8 gennaio, si arricchisce di una nuova proposta. Si tratta di “Di gusto in gusto”, villaggio gastronomico composto da 23 casette, che prevede il coinvolgimento di produttori, ristoratori e Trentodoc, per un vero e proprio viaggio tra le tradizionali eccellenze trentine.

Durante la manifestazione ogni casetta presenterà in degustazione i prodotti del territorio e un piatto preparato con un’esclusiva ricetta realizzata a base di materie prime del territorio, acquistabile anche singolarmente.
Nei fine settimana invece, dalle 14.00 alle 19.00, i visitatori potranno infine aderire al “Percorso del gusto Trentodoc”, un vero e proprio “pacchetto degustazioni” composto da quattro piatti a scelta fra le 23 proposte e due calici Trentodoc e avere così l’occasione di esplorare diverse specialità, illustrate dai produttori gastronomici, che saranno a disposizione in alcune giornate per speciali incontri di approfondimento.

Le bollicine di montagna verranno dunque abbinate a piatti realizzati con tipicità 100% trentine come il pane di molche, la trota salmonata, il mosto d’olio extravergine d’oliva, le susine di Dro, il tartufo nero del Baldo, i broccoli di Torbole, le sarde di lago, i maroni di Drena o la carne salada, reinterpretate dagli chef in prelibate versioni. Per la gioia dei visitatori, inoltre, non mancheranno le ricette trentine più tradizionali come canederli, spatzle, tonco de pontesel, orzetto alla trentina, strauben, oltre a dolci e frittelle.

Durante la manifestazione sarà inoltre possibile partecipare a “Shopping vincente a Riva del Garda”: acquistando presso gli esercizi aderenti all’iniziativa sarà possibile vincere subito il gusto di spendere (Concorso valido presso i punti vendita aderenti effettuando una spesa minima di € 10; utilizzando la Fidelity Card Xtracard si potrà partecipare all’assegnazione di buoni spesa immediati. Montepremi pari a € 32.700; premio finale: viaggio a Barcellona per due persone con pernottamento).

“Di gusto in gusto” è una nuova opportunità per conoscere e scoprire il territorio, coccolati da un’inconfondibile e magica atmosfera natalizia, frutto della collaborazione tra Comune di Riva del Garda, Garda Trentino, Proloco di Riva, Confcommercio Alto Garda e Ledro, Istituto Trento Doc e Strada del Vino e dei Sapori del Trentino.

Tutte le informazioni, con dettagli su orari di apertura dei diversi giorni della settimana, sono a disposizione sul sito di Garda Trentino e sulla pagina Facebook dell’iniziativa.


Per maggiori informazioni, contattare:

info@villaggiodelgusto.comwww.villaggiodelgusto.com

  • Commenti disabilitati su A RIVA DEL GARDA IL NATALE SI RIEMPIE DI GUSTO
    Riva del Garda, dal 3 dicembre all’8 gennaio
Archivio Apt Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi,  foto P.Geminiani

Archivio APT Trento – foto P.Geminiani

Torna anche quest’anno lo spettacolo itinerante lungo le vie di Santa Massenza, a pochi chilometri da Trento, per celebrare la grappa trentina, la sua storia e le sue sfumature.

Da giovedì 8 a sabato 10 dicembre, il piccolo borgo di Santa Massenza, culla della grappa artigianale trentina con una storia indissolubilmente legata a questo prodotto e che vanta la più alta concentrazione in tutta Italia di distillerie a carattere artigianale e conduzione familiare, si anima per ospitare la nuova edizione de La notte degli alambicchi accesi.

Un appuntamento ormai irrinunciabile che ogni anno attrae centinaia di visitatori grazie al suo irresistibile fascino. Nel corso della tre giorni, infatti, le vie del paese si impreziosiscono di luci e colori che contribuiscono a ricreare una magica atmosfera natalizia facendo da cornice allo spettacolo itinerante interpretato dalla compagnia teatrale Koinè per illustrare gli aspetti storici e antropologici dell’arte della distillazione della grappa.

Archio APT Trento -  Foto D. Mosna

Archio APT Trento – Foto D. Mosna

L’esibizione mira a sottolineare infatti la cura artigianale della produzione di questo caratteristico prodotto, promosso e tutelato dall’Istituto Grappa del Trentino, che prevede la lavorazione solo di vinacce locali, data la straordinaria vocazione del territorio alla viticoltura, e la tradizionale distillazione con il metodo “a bagnomaria”, arte centenaria tramandata di padre in figlio e operata da mastri distillatori in modeste quantità quando la vinaccia è ancora fresca e profumata.

Le performance live, in programma giovedì 8 e venerdì 9 dicembre alle ore 17.30 e alle ore 21.00 e sabato 10 dicembre alle ore 17.30, sono riservate ad un massimo di 250 persone per turno (per questo è fortemente consigliata la prenotazione), suddivise in 5 gruppi. Il pubblico, coadiuvato da un’audioguida, sarà coinvolto in un percorso a tappe lungo le 5 distillerie del paese. Ad ogni sosta, la compagnia metterà in scena un episodio dello spettacolo, della durata di circa 20 minuti, e inviterà alla successiva degustazione*.

Nei giorni dell’iniziativa, inoltre, i visitatori potranno scoprire le eccellenze artigiane ed enogastronomiche, gli spettacoli in strada e l’intrattenimento per bambini proposti dal mercatino Vite di luce, in programma anche nei weekend del 3 e 4 dicembre e del 17 e 18 dicembre, ed esplorare la Centrale idroelettrica di Santa Massenza che, grazie al Progetto Hydrotour del Gruppo Dolomiti Energia, aprirà le sue porte al pubblico con nuovi allestimenti per mostrare a grandi e bambini come la forza dell’acqua viene trasformata in energia pulita.

Archivio APT Trento - Foto D. Mosna

Archivio APT Trento – Foto D. Mosna

Partecipare a La notte degli alambicchi accesi può essere inoltre l’occasione per trascorrere un weekend in Trentino grazie al pacchetto vacanze “Alambicchi e Castelli”, a cura della Strada del Vino e dei Sapori del Trentino: tre giorni tra distillerie e degustazioni attraverso il Trentino con visite guidate in alcuni dei suoi manieri più rappresentativi (per info e prenotazioni: tel. 0461-921863 ,  bit.ly/ScopertaGrappa).

*Le degustazioni sono riservate esclusivamente ai maggiorenni. La partecipazione ha un costo di 8 euro; 4 euro dai 12 ai 18 anni ed è gratuita sotto i 12 anni.

Per favorire la partecipazione, gli organizzatori metteranno a disposizione un servizio navetta dalla città di Trento. Per dettagli, contattare, APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi.

 

Profilo La notte degli alambicchi accesi

La notte degli alambicchi accesi è un progetto a cura dell’Associazione culturale “Santa Massenza piccola Nizza de Trent”, APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi, Trentino Marketing, Strada del Vino e dei Sapori del Trentino, Istituto Tutela Grappa del Trentino, con la collaborazione di Comunità di Valle, Consorzio Pro Loco Valle dei Laghi Trento Monte Bondone e Comune di Vallelaghi.

 

Profilo grappa del Trentino

La grappa del Trentino nasce da una tradizione familiare centenaria che si è tramandata di padre in figlio.  La sua produzione caratterizza fortemente tutto il territorio trentino: ogni zona della provincia, infatti, si contraddistingue per microclimi particolari che si prestano come habitat naturali per vari tipi di vite. E così, come il vino, anche la grappa si connota in base alla valle di provenienza: la Valle di Cembra è specializzata nella produzione di grappa di Müller Thurgau, la Piana Rotaliana in quella di Teroldego, la Valle dei Laghi – e, in particolare Santa Massenza – in quella di Nosiola, la Vallagarina in quella di Marzemino.
Le aziende, tutte di dimensioni medio-piccole e a conduzione familiare, lavorano esclusivamente vinaccia freschissima, in modeste quantità, per garantire qualità, profumi ed eleganza al prodotto finito, e la distillano secondo il tradizionale metodo “a bagnomaria” all’interno degli alambicchi di rame, che riscaldano il contenuto in modo graduale e uniforme, al fine di garantire l’estrazione degli aromi. Nel corso dell’operazione, i mastri distillatori separano l’essenza in testa, coda e cuore, eliminando le prime due e mantenendo solo quest’ultima, che rappresenta il meglio della produzione.

Per salvaguardare tali tecniche di produzione, valorizzare il prodotto e promuoverlo, nel 1969 è nato l’Istituto Tutela Grappa del Trentino, che impone regole di autodisciplina e controlli severi, a garanzia di una indiscutibile qualità, certificata anche da organi esterni, come la Fondazione Mach, Istituto Agrario di San Michele all’Adige, che si occupa delle analisi di laboratorio, e dalla Camera di Commercio di Trento, presso la quale è operativa una Commissione per l’esame organolettico che ne controlla limpidezza, armonia dei profumi, morbidezza e tipicità del gusto.

 

  • Commenti disabilitati su LA MAGIA DELLA GRAPPA TRA PERFORMANCE LIVE E DEGUSTAZIONI PER LA NOTTE DEGLI ALAMBICCHI ACCESI

 

Comunicato stampa di Consorzio Levico Terme in Centro dell’11 novembre 2016


cs-mercatini-levico-11-11-2016A Levico Terme fervono i preparativi per la quindicesima edizione del Mercatino di Natale Asburgico, organizzato dal Consorzio Levico Terme in Centro grazie alla preziosa collaborazione dell’Azienda per il Turismo Valsugana, del Comune di Levico Terme, della Provincia Autonoma di Trento e dalla Cassa Rurale Alta Valsugana.

L’evento prenderà il via sabato 19 novembre nel Parco Secolare degli Asburgo, che recentemente è entrato a far parte della rete dei Grandi Giardini Italiani a testimonianza del valore storico ambientale che ricopre. Questa splendida cornice gioca un ruolo importante nel rendere la manifestazione unica nel suo genere a livello nazionale, grazie alla suggestiva atmosfera dei viali alberati che trasformano lo scenario in un bosco incantato.

L’interesse per il Mercatino di Levico non si misura solo a livello dei numerosi turisti che ogni anno accorrono da tutte le regioni, ma anche in termini di richieste di partecipazione da parte degli espositori. Tra le oltre 200 domande pervenute, il comitato organizzatore ha selezionato 60 eccellenze che presto occuperanno le tradizionali casette in legno addobbate a festa. Il numero di partecipanti di questa edizione ha visto un incremento in termini numerici per dare ulteriore spazio a nuove realtà artigianali che aumenteranno ulteriormente la già ottima qualità delle proposte.

Oltre ai tradizionali articoli natalizi, non mancheranno gli spazi dedicati alle aziende agricole del territorio, alla vendita di prodotti tipici per comporre i sempre apprezzati cesti di natale e alla ristorazione a base di gustosi piatti della tradizione trentina. Grazie agli studenti dell’indirizzo turistico dell’Istituto Marie Curie, una delle casette del Mercatino sarà dedicata all’accoglienza e all’informazione, per permettere ai visitatori di conoscere tutte le bellezze della Valsugana e ai ragazzi di partecipare ad un progetto formativo che si ripete con successo da anni. Anche le Associazioni di Levico saranno presenti a rotazione in uno spazio dedicato.

Un altro punto di forza del Mercatino di Natale di Levico è dato dai numerosi eventi collaterali organizzati con la partecipazione di realtà locali. In particolare, gli appuntamenti dedicati al gusto vogliono richiamare alcuni dei Festival che si svolgono in centro storico durante l’anno, proponendo ai visitatori momenti dedicati ad incontri con i produttori, degustazioni e dimostrazioni della lavorazione delle materie prime che caratterizzano le tradizioni culinarie e l’agricoltura della zona. Le principali iniziative dei sapori saranno la Festa della Polenta, la Festa del Formai di Malga, la Festa del Miele e la novità di quest’anno che celebrerà la regina degli ortaggi trentini: la patata.

mercatino_natale2013_tramonto-7Come di consueto, l’accoglienza riservata ai più piccoli garantirà momenti di intrattenimento per tutte le famiglie, che potranno accarezzare i piccoli animali della fattoria, fare giri in pony e in carrozza, incontrare Babbo Natale che raccoglierà personalmente le letterine seduto sul suo trono, mentre nel Bosco degli Elfi i suoi aiutanti si daranno da fare per esprimere tutti i desideri. A far rigare dritti anche i bambini più capricciosi ci penseranno i Krampus, con uno speciale appuntamento dedicato durante il ponte dell’Immacolata.

La musica contribuirà a rendere l’atmosfera del Mercatino di Levico ancora più speciale, con la rassegna “InCanto sotto la neve”, dedicata alle esibizioni itineranti dei cori di montagna, con gli intrattenimenti delle più classiche melodie natalizie a cura della Christmas Band e con il tradizionale concerto del primo gennaio delle Piccole Colonne.

Gli eventi collaterali proseguono anche nel centro storico della cittadina termale, con particolare attenzione ai simboli più radicati del Natale: una suggestiva mostra raccoglie oltre cento presepi di artigianato locale e nazionale, mentre negli angoli più caratteristici di Levico verranno allestite numerose raffigurazioni natalizie con la rassegna “El Presepe vizin a cà”. Un altro appuntamento particolarmente atteso è quello del Simposio “EncontrArte”, che vede una selezione di scultori del legno riportare in vita l’artigianato tradizionale con statue a grandezza naturale. Le opere andranno ad unirsi alle figure della Natività scolpite durante le precedenti edizioni, che saranno esposte in piazza per tutta la durata del Mercatino.

Il simbolo per eccellenza del Natale prenderà vita con la grande novità di questa edizione del Mercatino: grazie all’attenta regia della Filo Levico, il 24 e il 26 dicembre le Associazioni di Levico Terme saranno impegnate nel ricreare un magnifico Presepe Vivente. La rievocazione partirà dalle vie del centro per arrivare fino al Parco, con la zona dell’anfiteatro del Parco allestita per l’occasione.

In occasione delle aperture serali del Mercatino, sono previsti momenti di grande spettacolo che terranno tutti con il naso all’insù per ammirare i fuochi artificiali all’interno del Parco. Le atmosfere da sogno non terminano qui: i figuranti della Corte Asburgica trasporteranno tutti indietro nel tempo con la tradizionale sfilata e con i balli di valzer. Altre usanze levicensi si ripeteranno con la serata di Capodanno con la fiaccolata dei quartieri, il processo teatrale di fine anno e il tradizionale appuntamento “Brusar la Vecia”.

A concludere l’apertura del Mercatino ci penserà la Befana, che il 6 gennaio arriverà nel Parco degli Asburgo in sella al suo asinello con un sacco pieno di regali.

Dopo il successo riscontrato durante la stagione estiva ed autunnale, anche il Forte Austo Ungarico Colle delle Benne sarà aperto al pubblico per accogliere i visitatori nei fine settimana di apertura del Mercatino; si terranno anche eventi teatrali e mostre tematiche a cura dell’Associazione Culturale Chiarentana.

  • Commenti disabilitati su PRESTO AL VIA LA QUINDICESIMA EDIZIONE DEL  MERCATINO DI NATALE ASBURGICO DI LEVICO TERME
    Dal 19 novembre 2016 al 6 gennaio 2017

happytrentodoc_instagramEsclusivi aperitivi 100% trentini con alcune delle più note etichette di metodo classico trentino in abbinata a specialità del territorio, tra salumi, formaggi e prodotti ittici.

Dal 19 novembre all’11 dicembre le bollicine di montagna “invadono” bar e ristoranti  della città di Trento. Torna infatti anche quest’anno Happy Trentodoc, l’iniziativa che la Strada del Vino e dei Sapori del Trentino organizza nell’ambito della dodicesima edizione della tradizionale kermesse Trentodoc bollicine sulla città, a cura dell’Istituto Trento Doc e Camera di Commercio I.A.A. con il supporto della Provincia Autonoma di Trento.

Per celebrare al meglio questo straordinario metodo classico, a fianco delle degustazioni e dei seminari in programma presso Palazzo Roccabruna, Enoteca Provinciale del Trentino, delle iniziative in cantina e presso il Muse-Museo delle Scienze, in 14 locali e ristoranti della città verranno infatti proposti stuzzicanti abbinamenti tra Trentodoc ed eccellenze gastronomiche 100% trentine.

happy-trentodoc_web_archivio-strada-del-vino-e-dei-sapori-del-trentino-10Ogni location sarà associata ad una diversa casa spumantistica e ad un particolare prodotto gastronomico: l’Antica Trattoria Ai Tre Garofani con l’Azienda Agricola Letrari di Rovereto e i prodotti ittici dell’Azienda Agricola Troticoltura Armanini di Storo; l’Antica Trattoria Al Volt con la Ferrari Fratelli Lunelli e i formaggi di Casearia Monti Trentini di Grigno; l’Antica Trattoria Due Mori con l’Azienda Agricola Balter di Rovereto e i salumi di Carni e Salumi Troier di Lavis; il Bar Pasi con l’Azienda Vinicola del Revì di Aldeno e i salumi di Salumeria Belli di Trento; il Caffè Tridente con l’Azienda Agricola Moser e i formaggi di Latte Trento; Dolcemente Marzari con Maso Martis di Trento e i dolci di Pasticceria Marzari di Altopiano della Vigolana; Il posto di Ste con Borgo dei Posseri di Ala e i salumi di Macelleria Cis di Ledro; Nicky’s Vintage con Opera Vitivinicola in Valdicembra di Giovo e i formaggi e i salumi di Crucolo di Scurelle; Osteria a “Le Due Spade” con Cantina Mori Colli Zugna e i formaggi di Caseificio Sociale di Sabbionara di Avio; il Ristorante Al Tino con Rotari di Mezzocorona e i salumi di Macelleria Zanotelli di Cembra Lisignago; il Ristorante al Vò con Cantina Roverè della Luna Aichholz di Roverè della Luna e i prodotti ittici di ASTRO – Associazione Troticoltori del Trentino di Lavis; il Ristorante Enologico Il Libertino con Cantina Rotaliana di Mezzolombardo e i salumi di Carni e Salumi Meggio di Grigno; il Ristorante Old Bar & Food con Altemasi di Trento e i prodotti ittici di Trota Oro di Preore; TJ Bar con Fondazione E. Mach – Istituto Agrario di San Michele a/A e il pane di Panificio Moderno di Isera.

happy-trentodoc_web_archivio-strada-del-vino-e-dei-sapori-del-trentino-11Con questa iniziativa, che coinvolge una quarantina di associati alla Strada, tra bar, ristoranti, produttori gastronomici e di Trentodoc, – dichiara Francesco Antoniolli, Presidente della Strada del Vino e dei Sapori del Trentinoproponiamo a chi visita la città di Trento un vero e proprio viaggio di gusto alla scoperta delle nostre bollicine di montagna in 14 imperdibili tappe. Un’occasione unica per esplorare le molteplici sfumature di alcuni dei nostri più apprezzati Trentodoc”.

 

Tutti i dettagli sul sito web della Strada del Vino e dei Sapori del Trentino.

#happytrentodoc

  • Commenti disabilitati su HAPPY TRENTODOC: TRENTO BRINDA AI PRODOTTI DI MONTAGNA

Comunicato stampa di Federazione Trentina della Cooperazione del 10 novembre 2016

20161111_173152153_ios1-copiaUn territorio molto diversificato che collabora per promuovere le proprie specialità. I prodotti diventano “testimoni” di un’agricoltura vocata alla qualità e al rispetto per l’ambiente.
Quasi 2200 ettari di superficie coltivata, 1.677 soci e oltre un centinaio di collaboratori, con un fatturato che si aggira sui cinquanta milioni di euro.

 

Sette prodotti che rappresentano altrettante eccellenze della cooperazione agricola trentina di Alto Garda, Giudicarie e Valle dei Laghi. “Punte” di una produzione fortemente radicata sul territorio, di cui esprime le caratteristiche, la forza e l’impegno di tanti produttori associati in cooperativa.

Nasce da questi presupposti l’associazione “Comunità del cibo Garda Dolomiti” che si presenterà ufficialmente domani alla cantina di Toblino.

I promotori di questa nuova realtà sono: Cantina di Toblino, Cooperativa Agri90, Agraria Riva del Garda,  Co.P.A.G.- Cooperativa Produttori Agricoli Giudicariesi, Cooperativa Valli del Sarca, Consorzio Volontario di Tutela Formaggio Spressa delle Giudicarie Dop e Astro.

Si parte dal cibo per abbracciare un territorio molto ampio e diversificato: dal Garda alle pendici del Brenta, a torto considerato spesso marginale rispetto ad altri “distretti” omogenei vocati alla frutticoltura o alla vitienologia.

20161111_180925267_ios-copia“La sua forza sta proprio nella diversità – afferma Bruno Lutterotti, presidente della Cantina di Toblino e della neonata associazione – Prodotti apparentemente diversi ma capaci di testimoniare le caratteristiche peculiari delle zone da cui provengono. Questo è un progetto di sistema che mette in sinergia le esperienze delle cooperative a servizio di una idea comune: valorizzare il territorio partendo dalle singole eccellenze. Questa rete può diventare una piattaforma per elaborare proposte di gestione del territorio che vadano nella direzione di un concreto sviluppo economico da condividere con le istituzioni. Intendiamo promuovere progetti finalizzati con la Fondazione Mach per il miglioramento dei prodotti e della loro sostenibilità sul territorio”.

Sempre Lutterotti ha proseguito dicendo che “è un modo concreto per cominciare a fare ragionamenti di sistema. Necessità di non presentarsi frammentati, sia con le istituzioni sia nella gestione territoriale, intesa come modo per coltivare il suolo. Lo scopo è mettere a fattor comune le esigenze trasversali e cominciare a interloquire con le istituzioni. Altro interlocutore è la Strada del Vino e le Apt. Per noi è essenziale elaborare delle idee e condividerle con questi soggetti. Produzioni che vanno nel concreto nella salvaguardia della biodiversità. Successivamente ragioneremo anche con la distribuzione di Sait e Famiglie Cooperative”.

Il vicepresidente, Vigilio Giovanelli, ha aggiunto che “l’impegno è anche per facilitare l’utilizzo dei prodotti presso gli albergatori”.

Alla conferenza stampa di stamani hanno partecipato anche Giorgio Planchesteiner, presidente di Agraria di Riva del Garda, Marco Leonardi, presidente di Astro, Mauro Povinelli, presidente del Consorzio Spressa, Rodolfo Brocchetti, presidente della Cooperativa Valli del Sarca e di Copag – Cooperativa Produttori Agricoli Giudicariesi.

dscn5418-copiaGli interventi

La conferenza stampa è stata ospitata alla sala consiglio della Federazione Trentina della Cooperazione. “E’ davvero una bella soddisfazione ospitare qui le sette associate, testimonianza concreta di voglia di futuro, attraverso un’azione concreta – ha osservato Carlo Dellasega, il direttore generale  della Cooperazione Trentina – Sapori, colori e valori. Dietro a questi prodotti c’è qualcosa di più che un semplice prodotto alimentare. Donne e uomini che lavorano e fanno crescere un territorio e lo fanno in maniera libera”.

Presente anche Michele Dallapiccola, assessore ad agricoltura e turismo della Provincia Autonoma di Trento. “C’è assonanza con lo spirito che alberga in questa casa – ha detto – Due i sentimenti che sembrano prevalere: orgoglio di essere territorio, capaci e onesti, e unità nel capire che nessuno è nessuno di fronte alla grandezza dell’universo economico in cui ci andiamo a rapportare. La necessità di affrontare questo come veicolo di emozioni è evidente. Grande patrimonio nei milioni di turisti che vengono in Trentino, disposti a spendere per avere i prodotti del luogo”.

Una visione comune di territorio

La prima iniziativa della nuova associazione è la promozione di una confezione natalizia con le sette eccellenze che fanno da “testimonial” ai territori dove sono prodotte: farina gialla di Storo, spressa delle Giudicarie, patate Montagnine del Lomaso, vino santo della Valle dei Laghi, susina di Dro, olio extravergine Garda Trentino, trote del Trentino.

Un viaggio tra i colori e i sapori di una parte significativa del Trentino. Tuttavia la “Comunità del Cibo Garda Dolomiti” ha progetti più ambiziosi di sinergia per promuovere e “vendere” una idea di territorio improntato alla qualità di sistema, valorizzazione delle tipicità, condivisione dei valori di rispetto per l’ambiente, sostenibilità e forte radicamento territoriale.

Dentro questa “visione” nasceranno molte iniziative di collaborazione.

20161111_183825681_ios-copiaLa scheda

Agri 90, con sede a Storo, ha 120 soci, 5 collaboratori, un fatturato superiore ai 3 milioni 500 mila euro. La superficie coltivata è di 374 ettari (coltivati a nostrano di Storo, fragole, piccoli frutti, patate e frumento).
Copag (Cooperativa Produttori Agricoli Giudicariesi) ha sede a Dasindo nel Lomaso. La base conta 107 soci, il fatturato è di poco inferiore ai 3 milioni di euro (esattamente 2 milioni 986 mila euro), i collaboratori sono 7, la superficie coltivata è di 188 ettari (patate per la maggior parte, ma anche mele, ciliegie e ortaggi).
Valli del Sarca, con sede alle porte di Pietramurata nel comune di Dro, ha 446 soci, il fatturato è abbondantemente superiore agli 11 milioni di euro (11 milioni 771 mila euro), i collaboratori sono una ventina. La superficie coltivata è di 400 ettari (maggior parte dedicata alla coltivazione delle mele ma anche susine e kiwi).
Agraria di Riva ha sede a Riva del Garda. I soci sono 310, il fatturato è di 8 milioni e mezzo di euro (8 milioni 631mila 316 euro). Lo staff conta 19 collaboratori. La superficie coltivata 280 ettari di vite (da cui sono stati ricavati oltre 34 mila quintali di uva) e 120 di olivo (da cui si sono ricavati 10 mila quintali di olive).
Cantina di Toblino ha 634 soci, il fatturato è di 12 milioni e mezzo di euro (12 milioni 677 mila 849 euro). I collaboratori sono 14 e la superficie coltivata a vite è di circa 800 ettari.
Astro, con sede a Lavis, ha 25 soci, il fatturato è di 7 milioni e mezzo di euro, i collaboratori 40, lavora 18 mila quintali di trote in una settantina di impianti su 38 ettari di specchio d’acqua.
Consorzio Spressa Giudicarie Dop, ha 35 soci produttori delle valli di Ledro, Giudicarie e Rendena. Il riconoscimento di Dop – Denominazione di Origine Protetta – è stato ottenuto una dozzina di anni fa. Il solo produttore di questo formaggio è la cooperativa Latte Trento e viene venduto attraverso l’organizzazione di Latte Trento.

  • Commenti disabilitati su NASCE LA “COMUNITA’ DEL CIBO GARDA DOLOMITI”
    Sette eccellenze per un territorio

Comunicato stampa di APT Terme di Comano – Dolomiti di Brenta del 4 novembre 2016
Alla Festa della Noce si paga in… “Malli”!

festa-della-noce-1-copiaAlla Festa della Noce di Cavrasto – organizzata dalla Confraternita della Noce del Bleggio e dalla Pro Loco di Cavrasto in collaborazione con l’Ecomuseo della Judicaria e l’APT – le curiosità sono tante e il programma ricco di novità. Ovviamente la protagonista assoluta è la noce bleggiana, la cui coltivazione vanta una lunga storia e rappresenta uno dei simboli dell’identità contadina giudicariese. Dopo le famose noci di Sorrento, quelle del Bleggio sono infatti tra le coltivazioni più interessanti a livello nazionale. La “Bleggiana” è un frutto piccolo, con il guscio sottile e dall’insolita forma allungata, il gusto gradevole e una tipica nota speziata e si coltiva fin dal XVI secolo. Negli  ultimi cinquanta anni però si è assistito ad un progressivo abbandono e alla riduzione della superficie coltivata a noci a causa di diversi fattori (scarsa commercializzazione, meccanizzazione, valore del legno per mobili e arredi, sopravvento di coltivazioni a maggior rendimento economico).  Ed è proprio per far fronte a questo problema che è nata la Confraternita della Noce del Bleggio che si occupa di rilanciarne la coltivazione e la produzione. Grazie alla Confraternita sono stati così predisposti nuovi innesti di noce autoctona e sono stati presi i contatti con i responsabili locali e nazionali di Slow Food per il riconoscimento della noce come Presidio.

La festa della noce diventa quindi uno dei modi per valorizzare, celebrare e far conoscere questo rinomato prodotto, attraverso approfondimenti, menu a tema, degustazioni, laboratori, passeggiate, incontri.

festa-della-noce-4La Festa della Noce ha inizio sabato pomeriggio alle 17.00 con l’apertura dei mercatini e delle degustazioni nei Vòlti dove i produttori locali hanno ideato sfiziosi assaggi a base di noce. Alle  18.00 è prevista una visita guidata a Casa Marani mentre la sera la Pro Loco di Cavrasto propone una cena a base di polenta di noci accompagnata dalla salamella con la rapa. Alle 21.00, presso il teatro di Cavrasto, un’occasione importante organizzata dalla Confraternita e dall’Ecomuseo della Judicaria per conoscere meglio la noce bleggiana attraverso immagini, racconti, testimonianze ed esperienze. Alla serata parteciperanno anche i responsabili locali e nazionali di Slow Food, il Servizio Agricoltura della PAT, i responsabili del vivaio Umbraflor della Regione Umbria, i giovani impegnati nei progetti dedicati alla noce e ovviamente, i membri della Confraternita.

Domenica 6 novembre la giornata inizia con una speciale “Colazione tra i noceti”, una passeggiata tra gli alberi di noce con la visita ad un’azienda agricola locale che produce noci e una golosa colazione a base di prodotti tipici. La festa invece continua per tutto il giorno presso i vòlti del paese di Cavrasto con l’apertura dei mercatini, le degustazioni, la musica itinerante, le visite guidate e un laboratorio per bambini curato dal Panificio Riccadonna di Rango per imparare a fare i dolci alle noci.

festa-della-noce-2La noce è però soprattutto protagonista nei piatti del menu della Festa, studiato e realizzato dalla Pro Loco di Cavrasto e servito egregiamente presso il teatro oratorio. Anche i ristoranti locali hanno ideato proposte menu dedicate alla noce interpretandola in sfiziosi piatti e abbinamenti tutti da scoprire.

Curiosa novità è quella dei Malli, che diventano la moneta della Festa: le degustazioni, la passeggiata e i menu della Pro Loco si pagano con i buoni disponibili alla Cassa che corrispondono proprio ai malli di noce (1 mallo =  1,00 €).

 

Per informazioni: APT Terme di Comano – tel: 0465/702626 – info@visitacomano.it

  • Commenti disabilitati su FESTA DELLA NOCE
    Cavrasto di Bleggio Superiore, 5 – 6 novembre 2016

alambicchigourmet3_trento_webOttavo appuntamento per la rassegna della Strada del Vino e dei Sapori del Trentino, in collaborazione con l’Istituto Tutela della Grappa del Trentino, nata con l’obiettivo di far conoscere e provare inediti abbinamenti a tavola con la grappa trentina. Protagoniste della serata, le grappe della Distilleria Giovanni Poli e di Riserva dell’Elmo Saracini, abbinate alle creazioni di Ai Tre Garofani Antica Trattoria.

ai3garofani_anticatrattoria_miniDopo aver girato tra le principali destinazioni turistiche trentine, la rassegna “Alambicchi Gourmet” sbarca nel capoluogo trentino. Come consueto, la serata mira alla valorizzazione della grappa, uno dei prodotti più rappresentativi del territorio, attraverso la proposta di inediti abbinamenti a tutto pasto volti a mostrarne le eccezionali caratteristiche e le molteplici potenzialità.

saracini_11-11L’appuntamento è in programma per venerdì 11 novembre, a partire dalle ore 20.00, presso Ai Tre Garofani Antica Trattoria di Trento, con un menù di quattro portate. Si inizia con un abbinamento tra formaggio vaccino 3 mesi di Malga Cambrocoi e Grappa di Nosiola di Distilleria Poli Giovanni, per poi procedere con un antipasto composto da lumache in guazzetto alla Trentina, riso nero venere e carciofi e Grappa di Teroldego di Riserva dell’Elmo Saracini. Per il secondo, lo chef propone una costoletta di cervo, purè di sedano rapa e confettura di prugna fatta in casa, affiancata da un calice di beato me – Teroldego IGT Vigneti delle Dolomiti 2009 di redondèl piccola azienda agricola. Si conclude con una fetta di torta sbrisolona, frutti di bosco, salsa alla vaniglia in abbinamento a Grappa Vecchia Riserva di Distilleria Giovanni Poli e, infine, con caffè espresso in abbinamento a Grappa Riserva del Conte di Riserva dell’Elmo Saracini.

poligiovanni_11-11Il menù è proposto ad un prezzo di 51 euro, comprensivo di 4 grappe, 1 calice di vino, caffè e acqua. Ogni piatto sarà arricchito dalla spiegazione e dai suggerimenti dei produttori coinvolti, che illustreranno brevemente anche storia, processo produttivo e tipologie della Trentino Grappa.

Programma completo della rassegna su: bit.ly/alambicchigourmet

Per info e prenotazioni entro il 9 novembre, contattare la Strada del Vino e dei Sapori del Trentino allo 0461 921863 o all’indirizzo info@stradavinotrentino.com.

  • Commenti disabilitati su ALAMBICCHI GOURMET FA TAPPA A TRENTO
    Trento, 11 novembre 2016

Newsletter

LA TUA EMAIL:



  • User AvatarTrentino IN { Un'evento imperdibile per tutti gli amanti dell'enologia! E' anche un'ottima occasione per visitare le dolomiti del trentino. } – mag 04, 3:03 PM
  • User AvatarPaola Gottardi { Faccio i miei complimenti per la struttura prestigiosa che state dando al Trentino. Qualora riteniate che la mia persona possa darvi in qualche maniera aiuto... } – feb 24, 8:15 AM
  • User AvatarMahjong { Ho aspettato molto tempo per leggere qualcosa di cos bello e interessante. Grazie! } – lug 14, 1:13 AM
  • User AvatarWilliamtrob { What a nice YouTube video it is! Awesome, I liked it, and I am sharing this YouTube video with all my mates. Legendario. } – giu 15, 7:26 AM
  • User AvatarMonica Filoni { Complimenti è stata una mostra esemplare. Si dovrebbe fare spesso perchè è molto interessante anche per gli adulti. Sono molto interessata alla lavorazione della lana... } – mag 24, 11:57 AM
  • User AvatarPaolo { Complimenti, molto bello vedere presentati assieme tanti mercatini del Trentino. Bisogna mostrare uniti il nostro territorio trentino, ovviamente rispettando le peculiarità di tutti. Il turismo... } – dic 09, 10:39 PM

Argomenti

#alambicchigourmet (8)
#artigianoinfiera (1)
#assembleasociale (1)
#atuttabirra (1)
#atuttomueller (1)
#atuttoteroldego (3)
#cantineaperteinvendemmia (1)
#carnesalada (1)
#castellidivini (7)
#cerevisia (1)
#dafareintrentino (1)
#divinottobre (11)
#DOCcinema (9)
#expo2015 (2)
#festauvagiovo (2)
#festivalvinotrentino (3)
#gardacongusto (1)
#gardafood (1)
#gemmmedigusto (10)
#grappatrentina (6)
#happytrentodoc (2)
#mercatininatale (3)
#milluminodimeno (1)
#mtvtrentinoaltoadige (1)
#picnicalcastello (2)
#settembrerotaliano (4)
#settimanadellabirra (1)
#stradavinotrentino (127)
#teroldegorotaliano (2)
#trentinoskisunrise (2)
#uvaedintorni (4)
#vedicosabevi (1)
#viaggigusto (1)
Accademia d'Impresa (6)
Adotta una mucca (9)
Albe in malga (6)
allestimenti (6)
alpeggio (13)
Anteprime (28)
anticipazioni (63)
anticpiazioni (4)
Armonie Golose (2)
Associazione Vignaioli del Trentino (2)
Autunno (51)
autunno trentino (34)
Autunno Trentino 2009 (7)
aziende (78)
Birre artigianali (12)
Bottiglie Aperte (1)
Calici di stelle (1)
cantine (113)
cantine aperte (5)
Casolara (1)
Castello del Buonconsiglio (2)
Chef in Strada (17)
Cinema Divino (6)
comune di trento (7)
concorsi (22)
conferenze e congressi (9)
corsi di cucina (14)
corsi vino (4)
cultura del bere (18)
cultura ed enogastronomia (111)
degustazioni (165)
DOC 2011 (24)
DOC 2012 (23)
DOC 2013 (12)
DOC 2014 (6)
DOC 2015 (7)
Ecoristorazione (9)
enoturismo (18)
erbe officinali (8)
eventi (215)
Expo Riva Hotel (15)
Festival dell'Economia (1)
fiere (17)
Film (15)
formaggi (26)
Formazione (18)
Gambero Rosso (2)
Gemme di Gusto (12)
Girovagando in Trentino (1)
grappe e distillati (11)
Guide (7)
inaugurazioni (9)
innovazione (13)
interviste (13)
Km zero (12)
Lagorai (12)
malghe (22)
marchio qualità (5)
MART (13)
media (21)
menù (45)
miele (5)
Montagna di latte (5)
Mostra Vini Trentino (7)
MUSE (2)
Natale (16)
Natura Mente Vino (2)
novità (19)
Olio (2)
Olio Trentino DOP (12)
Ortinparco (1)
Palazzo Roccabruna (20)
piccoli frutti (7)
premi e riconoscimenti (17)
Premio Da Canal (1)
Premio Luciano Da Canal (1)
Presidio Slow Food (5)
primavera (3)
prodotti (88)
prodotti km 0 (38)
product placement (3)
produzioni biologiche e biodinamiche (7)
Progetti (13)
PROGETTO CIBO LA FORMA DEL GUSTO (12)
proposte gastronomiche (75)
proposte vacanza (10)
Prova del cuoco (1)
punti vendita (7)
Ricerche di mercato e tendenze (13)
ricette (7)
riconoscimenti (7)
ristoranti (37)
Senza categoria (195)
Serate enogastronomiche (83)
show cooking (10)
Sky Wine (1)
Slow Food (8)
Slow Food Trentino (8)
soci (116)
social media marketing (2)
social network (2)
solidarietà (4)
sostenibilità (9)
Speedtasting (1)
sport ed enogastronomia (6)
spumante Trento Doc (71)
Strada del Vino e dei Sapori del Trentino (23)
Strada del Vino e dei Sapori Trento e Valsugana (87)
Strade del Vino e dei Sapori del Trentino (56)
teatro (3)
Teroldego Rotaliano (4)
territorio (71)
tour virtuale (24)
trekking con l'autore (6)
trekking urbano (13)
Trentino (13)
Trento Film Festival (5)
TRENTODOC (43)
turismo (3)
turismo del vino (11)
Turismo enogastronomico (37)
Valle dei Mocheni (7)
Valle del Chiese (5)
Valsugana (54)
video (9)
Vigolana (3)
Vinitaly (11)
vino & arte (12)
visite in cantina (11)
week-end del gusto (6)
Wine Blog (4)

WP-Cumulus by Roy Tanck requires Flash Player 9 or better.

> ARCHIVIO COMPLETO DEI POST


Media Partner





Google+