All’interno dell’area espositiva da 600 mq, allestita utilizzando per la prima volta l’immagine coordinata di Trentino Marketing, spazio alle eccellenze enogastronomiche dei 16 produttori coinvolti e agli appuntamenti di approfondimento organizzati con la collaborazione di prestigiosi partner istituzionali. Inoltre, martedì 27, ore 12.00, presentazione della case history “Gusto Sportivo” dell’Enaip CFP Alberghiero di Tione.

5.Trentini locali ma particolariMomenti in puro stile trentino” è il nome del ricco calendario di appuntamenti che la Strada del Vino e dei Sapori del Trentino, in collaborazione con il Consorzio Vini del Trentino, organizza nell’ambito dell’Exporiva Hotel, la fiera dedicata al mondo dell’hotellerie e della ristorazione in programma dal 25 al 28 gennaio a Riva del Garda.

Incontri, degustazioni, approfondimenti – tutti i giorni, tranne il mercoledì, alle 12.00, alle 15.00 e alle 17.00 – che vedono il coinvolgimento sia dei partner operativi della Strada (Arredhotel, fornitura di attrezzature e servizi per la ristorazione professionale; Nipe, servizi per il commercio, l’ufficio, la ristorazione e l’impresa; Navarini Rame, azienda artigiana leader nella produzione di manufatti in rame) che di quelli istituzionali: Istituto Trentodoc, Consorzio La Trentina e progetto Ecoristorazione Trentino per la sostenibilità ambientale del comparto ristorativo.

DOMENICA 25 GENNAIO

Si inizia alle ore 12.00 con “Trentodoc: perlage…di carattere”, una degustazione guidata incentrata sui Trentodoc di Endrizzi e di Azienda vinicola del Revì, accompagnati dai prodotti ittici dell’Associazione Troticoltori Trentini Associati e dalle patate di montagna di Copag.

Segue, alle ore 15.00, “Ecoristorazione ed Ecolabel, le scelte del turista sostenibile: due marchi per riconoscere alberghi e ristoranti ecologici” con gli interventi di Marco Katzembeger dell’Hotel Caminetto di Folgarida, Michele Trainotti dell’Hotel Grizzly di Folgaria e Sergio Valentini della Locanda delle Tre Chiavi di Isera, moderati da Franca Polla e Marco Niro dell’Agenzia Provinciale Protezione Ambiente. Al termine, degustazione dei prodotti di Naturgresta.

Alle 17.00 sarà invece il momento di “Dolci vette di gusto”, degustazione guidata dei vini dell’azienda agricola Pojer e Sandri, dei prodotti di Maxentia e della cioccolata Cisa 20.54.

LUNEDì 26 GENNAIO

Il lunedì inizia con “Aperitivo in stile trentino”, in programma alle ore 12.00, dove verranno raccontati i formaggi di Casearia Monti Trentini, le confetture di Cà dei Baghi – Azienda Agricola Valcanover e i vini dei produttori aderenti al Consorzio I Dolomitici.

Alle ore 15.00 è il momento di “Incroci di sapori” dove saranno protagonisti i prodotti ittici di Troticultura Armanini, la birra artigianale di Birra del Bosco, le susine di Dro e le mele del Consorzio La Trentina.

Alle ore 17.00, approfondimento sul tema “Visibilità per la ricettività sostenibile: l’esperienza del portale ViaggiVerdi dove si confronteranno Simone Riccardi di ViaggiVerdi, Andrea Dalmonego dell’Agriturismo Malga Riondera e Rosa Carpano dell’Active Hotel Olympic di Vigo di Fassa, moderati da Marco Niro dell’Agenzia Provinciale Protezione Ambiente. Concluso il dibattito, ci sarà una degustazione guidata dei prodotti di Foletto.

MARTEDì 27 GENNAIO

Nel corso della terza giornata di manifestazione, lo stand della Strada del Vino e dei Sapori del Trentino ospiterà i giovani studenti dell’Enaip CFP Alberghiero di Tione che, alle ore 12.00, presenteranno “Gusto Sportivo: giovani, sport e buon cibo trentino” in cui proporranno una serie di specialità gastronomiche elaborate da loro stessi per soddisfare le esigenze del turista sportivo che sceglie il Trentino per la sua offerta di benessere e movimento ma anche, appunto, per il cibo sano. I ragazzi coinvolti fanno parte di un gruppo di organizzazione eventi denominato “Quinta-Essenza” che riunisce una selezione di 14 studenti delle scuole alberghiere di tutta la provincia di Trento al fine di approfondire i temi del marketing e dell’event management della ristorazione. I piatti in assaggio saranno salmerino marinato con frutti rossi e cavolo rosso bio; zuppetta di frutta e verdura con gelato all’olio DOP Garda; vino di montagna prodotto a Tione con uva Solaris, realizzati grazie alla partnership di Azienda Agricola Filanda del Boron, Trotaoro, Agraria Riva del Garda e Bertolini Ortofrutta Tione.

 Alle ore 15.00, Federico Bigaran dell’Ufficio Produzioni Biologiche PAT, Giovanni Benedetti dell’Antica Gardumo di Ronzo Chienis, Vanda Rosà del Consorzio Ortofrutticolo della Val di Gresta e Rino Artini dell’Azienda Agricola Biologica Artini di Zuclo – moderati da Marco Niro dell’Agenzia Provinciale Protezione Ambiente – si confronteranno su “La ristorazione biologica: una scelta che guarda al futuro”. Seguirà una degustazione dei salumi della Macelleria Sighel e dei vini della Cantina di Aldeno.

Alle ore 17.00, sarà invece il turno del Consorzio Vini del Trentino che, attraverso l’intervento del responsabile della promozione Fabio Piccoli, indagherà sul tema “Nuove generazioni del vino trentino”.

MERCOLEDì 28 GENNAIO

Infine, nel giorno di chiusura della manifestazione, la Strada del Vino e dei Sapori del Trentino con l’ultimo appuntamento di Ecoristorazione curato dell’Agenzia Provinciale Protezione Ambiente  sarà ospite dello spazio Cibo, Cultura, Sostenibilità al Pad. B1 nell’ambito dell’incontro “Ristorazione alberghiera e spreco alimentare” a cura dell’Università degli Studi di Scienze Gastronomiche di Pollenzo e Slow Food, con la case history “Ristorazione e lotta allo spreco alimentare: l’esperienza di Bring the Food”, l’app solidale che punta a facilitare l’incontro tra piccole aziende con eccedenze alimentari da smaltire ed enti o organizzazioni che possono utilizzarle per aiutare gli indigenti.  Interverranno Adolfo Villafiorita, Paolo Costa e Claudio Ferlan, della Fondazione Bruno Kessler, che ha sviluppato il progetto.

 

Per maggiori info: bit.ly/ExpoRivaHotel2015

Prodotti, produttori, partner operativi e istituzionali oltre ad un ricco calendario di degustazioni ed eventi di approfondimento in 600 mq di spazio espositivo. Così la Strada del Vino e dei Sapori del Trentino si presenta all’imminente manifestazione rivana, punto di riferimento per il settore dell’hotellerie e della ristorazione.

varieLa Strada del Vino e dei Sapori del Trentino, in collaborazione con il Consorzio Vini del Trentino, sarà tra i protagonisti di Expo Riva Hotel, la fiera dedicata al mondo dell’hotellerie e della ristorazione in programma dal 25 al 28 gennaio presso il Quartiere Fieristico di Riva del Garda, con uno spazio espositivo ampliato e totalmente rinnovato che si svilupperà nella zona della balconata del piano superiore (Pad. B3/ stand F01-11) all’ingresso dell’edificio.

Uno stand con un’importante superficie, 600 mq in totale, che per la prima volta in assoluto sarà allestito utilizzando l’immagine coordinata di Trentino Marketing: un valore aggiunto che contribuisce ulteriormente alla valorizzazione delle produzioni enogastronomiche in mostra.

4.produttoriUn’occasione unica – precisa Francesco Antoniolli, Presidente della Strada del Vino e dei Sapori del Trentino – soprattutto per le realtà più piccole e con minori risorse, di accedere a nuove e strategiche opportunità di business mostrandosi con una veste assolutamente autorevole sia al poliedrico mondo dei professionisti presente in fiera sia al consumatore finale. Target diversi, ma per noi parimenti importanti, che avranno la possibilità di scoprire, toccare con mano e acquistare le eccellenze del nostro territorio, oltre a prendere parte agli importanti momenti di approfondimento che organizzeremo con la collaborazione dei nostri partner“.

Expo Riva Hotel 046Circa una ventina i produttori coinvolti: ASTRO – Associazione Troticoltori Trentini, prodotti ittici; Azienda Agricola Pojer e Sandri, vini, spumanti e distillati; Azienda Agricola del Revì, spumanti Trentodoc; Azienda Agricola Troticoltura Armanini, prodotti ittici; Birra del Bosco, birre artigianali; Cà dei Baghi - Azienda Agricola Valcanover, confetture, succhi e prodotti cosmetici; Cantina Aldeno, vini e spumanti Trentodoc; Cisa 20.54, cioccolato; Consorzio I Dolomitici – Liberi Viticoltori Trentini, vini e spumanti; Endrizzi Azienda Vitivinicola, vini e spumanti Trentodoc; Foletto di Foletto A&C, liquori di frutta, amari e sciroppi di frutta; Acqua Levico, acqua; Macelleria Sighel, salumi; Maxentia, vini; Monti Trentini, formaggi; Opera Vitivinicola in Valdicembra, spumanti Trentodoc;  Trentino Erbe, infusi e “zirele”.

Al loro fianco, lo spazio espositivo ospiterà infatti anche realtà aziendali attive in mercati complementari al food&beverage, che spesso collaborano con la Strada del Vino e dei Sapori del Trentino – come Arredhotel, fornitura di attrezzature e servizi per la ristorazione professionale; Nipe, servizi per il commercio, l’ufficio, la ristorazione e l’impresa; e Navarini Rame, azienda artigiana leader nella produzione di manufatti in rame – e soggetti istituzionali vicini all’attività di promozione della Strada, come Istituto Trento Doc, Consorzio La Trentina e progetto Ecoristorazione Trentino per la sostenibilità ambientale del comparto ristorativo, che avranno la possibilità di distribuire materiale informativo e rispondere alle domande dei visitatori grazie al supporto di personale qualificato dedicato.

Prestigiose collaborazioni che contribuiranno ad arricchire il variegato calendario di appuntamenti che si succederanno nel corso della manifestazione, tra incontri, degustazioni, laboratori e momenti di approfondimento, in programma ogni giorno in tre fasce orarie.

 

DSC_3510Il tradizionale scambio degli auguri di Natale, alla presenza di soci, partner e stampa, si è trasformato in un’occasione per annunciare il “matrimonio” tra Consorzio Vini del Trentino e la Strada del vino e dei sapori. A suggellare l’accordo, l’assessore Michele Dallapiccola.

Si è appena concluso un brindisi presso Palazzo Trautmannsdorf per presentare ufficialmente la sinergia operativa implementata da due realtà territoriali di riferimento per il mondo wine&food: il Consorzio Vini del Trentino e la Strada del vino e dei sapori del Trentino.

Un percorso “a quattro mani” che vedrà il via a partire da inizio 2015 e in cui ciascun ente metterà in campo le proprie forze all’interno dell’ambito di competenze di riferimento per un progetto comune, cioè promuovere le eccellenze enogastronomiche del territorio.

Una promozione che non si limiterà all’ambito locale, ma punterà sia a livello nazionale che internazionale, facendo leva sull’importante spinta comunicativa offerta da Expo 2015.

Per questo, oltre ad una piena collaborazione nell’organizzazione di eventi – come, ad esempio, per l’Autunno Trentino o il Divin Ottobre – Strada e Consorzio lavoreranno al fine di costruire una proposta enoturistica che possa essere di grande appeal sia per i turisti tradizionali sia per quelli che visiteranno il nostro Paese in occasione dell’Esposizione Universale di Milano.

Del resto, proprio nei giorni scorsi un’indagine di Wine Monitor Nomisma commissionata dal Consorzio Vini del Trentino ha evidenziato come il rapporto tra enogastronomia e turismo sia sempre più stretto visto che ben il 9% di turisti stranieri, e il 4,6% degli italiani, siano attirati da cibo e vino di qualità e che il 20% degli italiani preferisce fare vacanze in un territorio ricco di vini di qualità.

Si tratta di una decisione maturata da tempo - ha dichiarato Elvio Fronza, Presidente del Consorzio Vini del Trentino - che tra l’altro risponde alle indicazioni recentemente espresse dall’Assessore Dallapiccola relativamente alla creazione di un unico polo di coordinamento per il vino trentino. Siamo certi che questa scelta rappresenti, è proprio il caso di dirlo, la “Strada” migliore da percorrere“.

Da sempre l’unione fa la forza – gli ha fatto eco Francesco Antoniolli, Presidente della Strada del vino e dei sapori del Trentinosoprattutto se gli obiettivi sono i medesimi. Rappresentiamo due realtà che amano il proprio territorio e i suoi prodotti e lavoreremo insieme affinché queste eccellenze possano avere la visibilità che meritano“.

 

 

  • Commenti disabilitati

IMG_2514L’iniziativa consentirà ai partecipanti di gustare una ricca colazione in un rifugio in quota mentre si ammirano le prime luci del mattino, per prepararsi ad un’emozionante discesa con gli sci o ad una suggestiva camminata

 Le prime luci dell’alba, l’aria frizzante e la neve immacolata abbinati ad una ricca colazione in rifugio, dolce e salata, con i sapori tradizionali locali. Il tutto in un contesto di forte impatto emotivo, circondati da paesaggi naturali incantevoli, all’ombra delle Dolomiti. Dopo il successo della prima edizione si rinnova l’appuntamento con «Trentino Ski Sunrise», l’iniziativa lanciata dodici mesi fa da Trentino Marketing. Formula che vince non si cambia. Così rimane immutato il format dell’evento: ogni sabato, dal 10 gennaio al 21 marzo, gli amanti dello sci e 15.colazione2della montagna potranno aderire all’iniziativa, per provare nuove emozioni e per godersi un’inedita e affascinante discesa sulla neve immacolata, grazie ad un’apertura degli impianti di risalita anticipata appositamente di qualche ora. Tutto ciò per creare un incontro tra il mondo della neve e i sapori trentini, in un progetto che mira ad aumentare la presenza di prodotti tipici del territorio nei rifugi che si trovano sulle piste.

Gli appuntamenti si terranno il sabato mattina, ogni volta in una diversa località sciistica del Trentino: per vivere nel migliore dei modi l’emozione dell’alba in quota, la prima tappa sarà rappresentata da una ricca colazione in rifugio, a base di latte, yogurt, pane fresco, mele, miele, salumi, formaggi, uova, dolci ed altre ricette tradizionali. Poi tutti in pista, in compagnia dei maestri di sci, approfittando della magia di essere i primi a poter solcare le piste ancora intonse, principalmente con gli sci, ma anche con le ciaspole o addirittura a piedi, assieme a guide alpine o accompagnatori di territorio.

La prima uscita si terrà sabato 10 gennaio sull’Alpe Cimbra: colazione in programma alla Baita del Neff, prima di una discesa sulle piste Vezzena e Avez del Prinzep. La settimana successiva si replicherà sull’Altopiano della Paganella: protagonisti saranno il Rifugio La Roda e i tracciati Olimpionica 1, Olimpionica 3 e Cacciatori 2.

19_bagno2Tutte le informazioni e il calendario dettagliato degli appuntamenti si possono trovare all’indirizzo www.stradavinotrentino.com . Per l’evento è stato creato l’hashtag #trentinoskisunrise.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

DOC Palazzo Martini

Il 20% degli italiani ritiene fondamentale fare vacanze in un territorio ricco di vini di qualità e il 44% attribuisce ai vigneti un ruolo cruciale nel dare distintività al paesaggio. Grandi potenzialità per il Trentino, dunque, considerato dal 12% degli italiani il luogo ideale dove trascorrere le vacanze e fare escursioni. Tra i punti di forza, oltre alla natura incontaminata, l’enogastronomia, al primo posto per l’11% dei turisti.

 

Si è svolta oggi a Palazzo Trauttmannsdorf la presentazione dell’indagine Wine Monitor Nomisma, commissionata dal Consorzio Vini del Trentino, dal titolo “Il mercato interno: consumi, tendenze, prospettive. L’attrattività del vino nella scelta delle mete turistiche e il ruolo degli acquisti diretti di vino durante le vacanze/escursioni” che, dopo aver offerto un quadro sulle dinamiche del mercato italiano, con un consumo procapite fortemente ridotto negli ultimi anni (dai 49,4 litri del 2004 ai 35,1 del 2014), ha affrontato le potenzialità offerte dall’enoturismo e dalla vendita diretta del vino in azienda.

Un fattore di attrattiva molto importante ma non ancora completamente sfruttato dal nostro Paese. Il 9% dei turisti stranieri dichiara che la scelta del territorio italiano è collegata ad una prevalente motivazione enogastronomica (nel 2008 la percentuale era sotto il 5%), ma solo il 4,6% dei turisti italiani è spinto da questa variabile (in crescita, tuttavia, rispetto al 2008, in cui era del 3,2%).

Nuove prospettive a FaedoUn quadro dal quale emergono le enormi potenzialità del Trentino, grazie al suo ottimo posizionamento reputazionale. Il 12% degli italiani lo giudica infatti il territorio ideale dove trascorrere vacanze e fare escursioni (al quinto posto, insieme al Veneto, dopo Toscana, Sicilia, Puglia e Sardegna e con una buona capacità di creare fedeltà oltre al trial) ed tra i luoghi del Bel Paese in cui i vigneti contribuiscono maggiormente a rendere unica la bellezza del paesaggio (al quarto posto, insieme alle Langhe, con l’11% di preferenze, a ridosso dei Terrazzamenti liguri, al 12%, del Franciacorta, al 13%, ma distaccato dal 29% delle colline senesi, al primo posto della classifica). Numeri confermati dall’alto tasso di Retention Rate (39 su 100), rapporto tra esperienza recente e trial-almeno una volta, che dimostra la capacità del brand Trentino di creare fedeltà dopo la prima esperienza di vacanza.

Interessante rilevare come tra i punti di forza, a fianco della natura incontaminata, che vede primeggiare le Dolomiti con il 38% di preferenze, vi sia anche l’enogastronomia, considerata al primo posto per l’11% dei turisti (percentuale che raggiunge il 44% nell’insieme delle citazioni espresse sugli attributi percepiti). Infatti, all’interno della mappa valoriale, il Trentino è percepito innanzitutto come luogo amico della natura (prima risposta per il 32% della public opinion) ma anche come ricco giacimento di cibi e vini di grande qualità (28%), oltre che ospitale (25%) e salutare (24%).

Che il Trentino sia un importante territorio vitivinicolo italiano è confermato dall’ampia awareness spontanea dei suoi vini: il 48% degli italiani dichiara di conoscere i vini Trentini. I vini più conosciuti sono i bianchi fermi: Pinot Grigio, Müller Thurgau e Chardonnay, soprattutto tra turisti ed escursionisti del Trentino dove la notorietà raggiunge oltre il 70% del target. Tra le bollicine, primeggia il Trentodoc, la cui awareness raggiunge il 50% tra i “frequentatori” del Trentino.

DSC_2409 - CopiaOltre a rappresentare occasioni  per incrementare la notorietà delle principali denominazioni, le vacanze e gite in Trentino sono anche il momento perfetto per sperimentare e approcciarsi alle eccellenze del territorio: il 77% di turisti ed escursionisti ha bevuto in almeno una occasione vini trentini durante il soggiorno e ben il 24% dei turisti acquista vino del territorio in negozi/enoteche ogni volta che trascorre una vacanza in Trentino.

Anche gli acquisti diretti in azienda rappresentano un canale utilizzato da escursionisti e turisti: sono soprattutto questi ultimi che acquistano più spesso vino in cantina (11% del totale dei turisti acquista spesso quando è in vacanza, un ulteriore 9% ha avuto occasioni sporadiche).

Sono dati che ci aiutano a capire quali sono le potenziali strade da intraprendere per la promozione delle nostre eccellenze – ha dichiarato Fabio Piccoli, Responsabile della promozione del Consorzio Vini del Trentino -. Interessante notare, per esempio, che oltre il 40% degli escursionisti e turisti del Trentino potrebbe essere interessato a trascorrere un breve periodo di vacanze accolto da un’azienda vitivinicola trentina. Questo ci fa capire che forse i tempi sono maturi per sviluppare un modello ricettivo nuovo che non fa solo leva sull’originalità ma che stimola la componente enoica ancora latente nel turismo italiano e strizza l’occhio al turismo internazionale, maggiormente attento a questi aspetti.”

 

 

 

 

Per info:

Fabio Piccoli
Responsabile Ufficio Promozione
0461 984536

 

Ufficio stampa:
Stefania Casagranda
press@trentinowine-food.it

 

vini rossi 4L’associazione ONAV – Sezione di Trento ti comunica che il prossimo lunedì 12 febbraio 2015 alle h.20.00 avrà inizio il corso:

CORSO PER ASSAGGIATORI DI VINO 2015
Sono aperte le iscrizioni per il nuovo CORSO PER ASSAGGIATORI DI VINO 2014 organizzato dalla Sezione Onav di Trento

Il corso avrà inizio il 12 febbraio 2015. Si articolerà in 18 lezioni teorico-pratiche, con frequenza settimanale, il  Lunedì e Giovedì sera dalle ore 20.00 alle ore 22.30 presso il palazzo Trautmannadorf via del Suffraggio nr.3   TRENTO

Il costo del corso per i NON SOCI è di € 400,00. 
La quota comprende l’iscrizione Onav  biennale per € 115  (2015-2016) in qualità di socio Onav, l’abbonamento alla rivista ufficiale “L’Assaggiatore”,(direttamente a casa per due anni) e € 285 per la partecipazione al corso comprensivo del materiale ,il Nuovo Manuale dell’Assaggiatore, la valigetta Onav con i sei bicchieri da degustazione a norma ISO e al superamento dell’esame la patente di assaggiatore di vino.

N.B. Per gli studenti fino ai 25 anni di età l’iscrizione biennale (2015-2016) all’Onav è di € 40,00 e non € 115,00, pertanto il costo totale del corso riservato a questa fascia di partecipanti è di

€ 315,00.(€285+40=315)
Pertanto si chiede a  tutti soci e simpatizzanti di farsi portatori presso amici intenzionati a partecipare di iscriversi

Contattando il delegato della sezione di Trento Sartori Nello   trento@onav.it  oppure nello.sartori@virgilio.it  cell 3332135096  tel.0464 671779   Prenotazioni entro 15/01/2015 .

  • Commenti disabilitati
Archivio APT Trento,Monte Bondone, Valle dei Laghi - Foto  M. Rensi

Archivio APT Trento,Monte Bondone, Valle dei Laghi – Foto M. Rensi

 

Il clima natalizio ha già avvolto il Trentino: le montagne sono imbiancate, le luminarie sono accese e il profumo dello zelten è nell’aria … tutto è pronto per i Mercatini di Natale !

Avete già scelto quale visitare?

Ecco qualche suggerimento:

Mercatino di Natale di Canale di Tenno – dal 29/11 al 21/12
Mercatino di Natale di Levico Terme – dal 22/11 al 06/01
Mercatino di Natale di Mezzolombardo – dal 21/11 al 24/12
Mercatino di Natale di Pergine Valsugana – dal 15/11 al 06/01
Mercatino di Natale di Rango – dal 29/11 al 21/12
Mercatino di Natale di Rovereto – dal 22/11 al 06/01
Mercatino di Natale di Trento – dal 22/11 al 06/01

 

 

 

 

#mercatininatale #stradavinotrentino

  • Commenti disabilitati

Dicembre conclude un anno ma non solo, per noi è stato spesso una stimolante partenza.

Questo è un mese speciale per la Famiglia Grigoletti perché abbiamo tagliato dei “nastri” importanti che hanno accompagnato la costruzione della Cantina e la crescita della Famiglia,  e che ogni anno nella prima domenica di Dicembre vogliamo festeggiare con tutti voi nella nostra speciale Festa del “Matrimonio dei Sapori Trentini”.

Incominciando dal 6.12.2008 con la grande emozione per l’inaugurazione della Basilica del Vino,  una splendida cantina in sasso per l’affinamento dei vini in barrique, dedicata alle generazioni maschili della Famiglia Grigoletti:  partendo da chi ha cominciato a produrre vino, ovvero il Bisnonno Federico (classe 1851), arrivando a chi, dopo cinque  generazioni, ha in mano le ottime premesse per continuare a farlo con molta passione e cioè Federico Grigoletti (classe 2002).

Continuando il 6.12.2009 con l’apertura del nostro Caveau del Merlot,  un suggestivo archivio  per custodire le migliori Annate dei nostri Vini.

Proseguendo il 2.12.2012 con l’inaugurazione del Tempio Rosa, affascinante scrigno dal femminile tocco Rosa di sassi e marmi lavorati a mano, custode di barrique di legni selezionati, dedicato alla tenacia e all’amore per la Famiglia e per le Tradizioni Contadine che le Donne Grigoletti, di Ieri e di Oggi, portano nel cuore.  Un prezioso  testimone lasciato dalla Bisnonna Chiara (classe  1858) che è ora arrivato nelle mani di Martina Grigoletti (classe 2004).

Arrivando a Domenica 7.12.2014  al  7° Matrimonio dei Sapori Trentini con l’inaugurazione del nostro nuovo Punto Vendita  La Vendema , dove  Legno , Vino e Arte si sono uniti per realizzare un ambiente accogliente e amichevole.

Nel Matrimonio dei Sapori Trentini ci siamo “sposati”  con altre Famiglie che come noi, da generazioni,  uniscono passione e tradizione nel  produrre eccellenze enogastronomiche. In questa speciale Giornata  ogni Produttore ha  la possibilità di avere un contatto diretto con tutti i visitatori, per poter raccontare ad ognuno la propria sincera passione di “Artigiano del Gusto”.

 

Novità 2014 tutte da degustare:

  • le nuove annate dei  pregiati vini tradizionali e delle Selezioni della Cantina Grigoletti;
  •  i salumi della Famiglia Belli di Sopramonte (TN) , compreso il loro Speck premiato a Roma presso La Città del Gusto con  il “Premio di Eccellenza del Gambero Rosso”;
  •  i formaggi del Caseificio di Sabbionara d’Avio (TN) tra cui il loro nuovo Misto Capra 50e50, il Casat del Baldo e l’Affogato all’Enantio;
  • i pani e i dolci del Panificio Moderno di Rovereto (TN)  e il nuovo Pane ai Vinaccioli e Marzemino Grigoletti;
  •  il Panettone al Passito San Martim Grigoletti di Exquisita di Rovereto (TN), specialità  di alta pasticceria artigianale natalizia;
  • il caffè dell’Antica Torrefazione Bontadi di Rovereto (TN).

Inoltre le antiche e suggestive vie del centro storico del Paese di Nomi acquisteranno un tocco di magia alla luce di 100 Presepi, tutti da vedere,  allestiti con cura dalla Pro-Loco di Nomi.

Vi aspettiamo tutti  Domenica 7 dicembre  2014 nella Cantina Grigoletti a Nomi dalle 9 alle 19 per il 7° Matrimonio dei Sapori Trentini, per degustare Vini e  Specialità gastronomiche Trentine di Alta Qualità … e per condividere la nostra gioia!

 

Entrata libera.
Prestigioso bicchiere in cristallo serigrafato per la degustazione da ritirare all’ entrata con cauzione.

 

Per maggiori info:
Az. Agr. Grigoletti
via Garibaldi n. 12 – Nomi
tel. 0464-834215
www.grigoletti.com

  • Commenti disabilitati

Valsugana Sapori sarà tra i protagonisti della prossima puntata di Mela Verde, programma Mediaset di successo dedicato alle eccellenze enogastronomiche (e non solo) d’Italia.

Ellen Hidding (conduttrice della trasmissione con Edoardo Raspelli) accompagnerà i telespettatori alla scoperta del pastificio trentino che, nato dall’esperienza nel settore catering dell’azienda Lotto Snc, è oggi una delle principali realtà ad operare nel settore della produzione di pasta fresca tipica quale spätzle, trentingnocchi e canederli.

Attraverso l’intervista al Titolare Albino Pasquazzo si scopriranno i segreti per la realizzazione di questi primi piatti, in un viaggio che parte dalla ricerca delle migliori materie prime e giunge al prodotto finito solo dopo una lavorazione semi-artigianale rispettosa delle antiche ricette locali.

Si capirà così come vengono preparati i diversi impasti e quali sistemi sono stati adottati per portare sulle tavole d’Italia un prodotto fresco simile in gusto e consistenza a quello fatto in casa.

Tipicità e legame con il territorio d’origine dunque ma non solo; la puntata di domenica presenterà i prodotti Valsugana Sapori anche nella loro veste meno conosciuta: prodotti adatti ai ritmi frenetici d’oggi perché pronti da spadellare in pochissimi minuti e ottimi sostituti ai classici piatti a base di pasta secca o gnocchi di patata.

A conclusione della puntata non mancheranno i consigli pratici per la preparazione di golose ricette: Ellen Hidding sarà nella cucina di Villa Pasquazzo insieme a Mara Torghele che con il marito Albino conduce l’azienda di famiglia. Accanto alle preparazioni più classiche e a qualche ricetta tipicamente locale come i canederli con il “tonco de ponteselo” non mancheranno proposte originali e fantasiose. Per la prima volta verranno infatti presentati gli spätzle chips (stuzzichini per un ottimo aperitivo), le tartine di canederlo, le insalate fredde di spätzle e alcune proposte dolci.

La puntata verrà trasmessa il 7 dicembre 2014 alle ore 11.50 su Canale 5.

 

 

Per ulteriori informazioni:
Alessia Osti
Responsabile Marketing e Comunicazione Valsugana Sapori
alessia.osti@lottovalsuganasapori.it
tel. 0461 762446

  • Commenti disabilitati

Matteo Grandi e Oliver Glowig lrAbbinamenti di eccellenza per i vini trentini nella cucina di Matteo Grandi, vincitore della prima edizione italiana di Hell’s Kitchen. L’appuntamento è al Ristorante Degusto di Arcole (VR), nell’ambito del calendario di  serate denominato “A quattro mani”, dove lo chef padrone di casa si confronta, di volta in volta, con un collega di eccezione per dar vita a straordinari menù. 

L’enologia trentina incontra i grandi chef. Dopo le due serate da “tutto esaurito”, prima in compagnia del trentino Peter Brunel e poi di Giuseppe D’Aquino, neostellato de L’Oseleta di Costermano, prosegue il format “A quattro mani”, ideato dallo chef Matteo Grandi all’interno del proprio ristorante Degusto di Arcole (VR).

Il terzo appuntamento è si è infatti svolto giovedì 13 ottobre, ore 20.30, con l’ospite Oliver Glowig, chef stellato dell’omonimo ristorante dell’hotel Aldrovandi di Roma. Nuove ricette, quindi, per un nuovo approccio alla cucina ma, ancora una volta, co-protagonisti della tavola sono stati i grandi vini del Trentino, selezionati dai due chef in collaborazione con il Consorzio Vini del Trentino, sponsor dell’iniziativa.

Dal brio delle bollicine alla freschezza e persistenza dei bianchi fino alla corposità dei rossi, anche questa volta sono tante le aziende coinvolte nel raffinato incontro con l’alta gastronomia.

La Fondazione Edmund Mach, Istituto Agrario San Michele a/A, ha “aperto le danze” con un Trentodoc Riserva del Fondatore Mach 2000, in abbinamento all’antipasto di scampi, bottarga di muggine, burrata e cuore di carciofo. Bollicine anche per il coniglio d’autunno, foie gras e centrifuga al melagrana, con il Trentodoc Riserva Graal 2006 Altemasi di Cavit.

Spazio poi al Trentino DOC Chardonnay 2013 di Maso Salengo per accompagnare le eliche cacio e pepe ai ricci di mare e al Trentino DOC Riesling 2012 di Zanotelli per il risotto di zucca e cotechino soffiato ristretto al porto.

Rosso protagonista nei secondi, con il Trentino DOC Pinot Nero Santa Maria Riserva 2010 della Tenuta Maso Corno, che ha esaltato la triglia con patate schiacciate, midollo gratinato e visciole, e con il Valdadige DOC Enantio Riserva 2010 Terra dei Forti dei Viticoltori di Avio che ha valorizzato il geretto di vitello glassato dauphinoise di patate.

Gran finale con il Trentino Superiore DOC Castel Beseno 2013 di Salizzoni Valter in accoppiata al tortino al cioccolato Manjari e gelato al timo.

4maniProssimo e ultimo appuntamento il 20 novembre, stesso posto, stessa ora, con il vincitore di Masterchef 3 Federico Francesco Ferrero. I menù, ovviamente, per il momento rimangono top secret ma quel che è certo è che i bicchieri parleranno ancora “trentino”.

Si tratta di una serie di appuntamenti molto importanti per la promozione dell’eccellenza enologica del Trentino – ha dichiarato Fabio Piccoli, Responsabile della Promozione del Consorzio Vini del Trentino – . Queste serate, infatti, da un lato ci consentono di far conoscere ad alcuni dei più affermati chef del nostro Paese i nostri grandi vini e dall’altro di dimostrare ad un pubblico autorevole la straordinaria abbinabilità di questi prodotti al meglio della gastronomia italiana “.

 

Per info:

Fabio Piccoli
Responsabile Ufficio Promozione
0461.984536

  • Commenti disabilitati

Newsletter

LA TUA EMAIL:



Argomenti

#stradavinotrentino (2)
#trentinoskisunrise (2)
Accademia d'Impresa (6)
Adotta una mucca (9)
Albe in malga (6)
allestimenti (6)
alpeggio (13)
Anteprime (28)
anticipazioni (63)
anticpiazioni (4)
Armonie Golose (2)
Associazione Vignaioli del Trentino (2)
Autunno (51)
autunno trentino (34)
Autunno Trentino 2009 (7)
aziende (78)
Birre artigianali (12)
Bottiglie Aperte (1)
Calici di stelle (1)
cantine (113)
cantine aperte (5)
Casolara (1)
Castello del Buonconsiglio (2)
Chef in Strada (17)
Cinema Divino (6)
comune di trento (7)
concorsi (22)
conferenze e congressi (9)
corsi di cucina (14)
corsi vino (4)
cultura del bere (18)
cultura ed enogastronomia (111)
degustazioni (165)
DOC 2012 (50)
DOC 2012 (26)
DOC 2013 (12)
DOC 2014 (6)
Ecoristorazione (8)
enoturismo (17)
erbe officinali (8)
eventi (215)
Expo Riva Hotel (13)
Festival dell'Economia (1)
fiere (17)
Film (15)
formaggi (26)
Formazione (17)
Gambero Rosso (1)
Gemme di Gusto (12)
Girovagando in Trentino (1)
grappe e distillati (11)
Guide (7)
inaugurazioni (9)
innovazione (13)
interviste (13)
Km zero (12)
Lagorai (12)
malghe (22)
marchio qualità (5)
MART (13)
media (21)
menù (45)
miele (5)
Montagna di latte (5)
Mostra Vini Trentino (7)
MUSE (2)
Natale (16)
Natura Mente Vino (2)
novità (19)
Olio (2)
Olio Trentino DOP (12)
Ortinparco (1)
Palazzo Roccabruna (20)
piccoli frutti (7)
premi e riconoscimenti (17)
Premio Da Canal (1)
Premio Luciano Da Canal (1)
Presidio Slow Food (5)
primavera (3)
prodotti (88)
prodotti km 0 (38)
product placement (3)
produzioni biologiche e biodinamiche (7)
Progetti (13)
PROGETTO CIBO LA FORMA DEL GUSTO (12)
proposte gastronomiche (75)
proposte vacanza (10)
Prova del cuoco (1)
punti vendita (7)
Ricerche di mercato e tendenze (13)
ricette (7)
riconoscimenti (7)
ristoranti (37)
Senza categoria (164)
Serate enogastronomiche (83)
show cooking (10)
Sky Wine (1)
Slow Food (8)
Slow Food Trentino (8)
soci (116)
social media marketing (2)
social network (2)
solidarietà (4)
sostenibilità (9)
Speedtasting (1)
sport ed enogastronomia (6)
spumante Trento Doc (71)
Strada del Vino e dei Sapori del Trentino (22)
Strada del Vino e dei Sapori Trento e Valsugana (87)
Strade del Vino e dei Sapori del Trentino (56)
teatro (3)
Teroldego Rotaliano (4)
territorio (71)
tour virtuale (24)
trekking con l'autore (6)
trekking urbano (13)
Trentino (12)
Trento Film Festival (5)
TRENTODOC (42)
turismo (3)
turismo del vino (11)
Turismo enogastronomico (37)
Valle dei Mocheni (7)
Valle del Chiese (5)
Valsugana (54)
video (9)
Vigolana (3)
Vinitaly (10)
vino & arte (12)
visite in cantina (11)
week-end del gusto (6)
Wine Blog (4)

WP-Cumulus by Roy Tanck requires Flash Player 9 or better.

> ARCHIVIO COMPLETO DEI POST


Media Partner





Google+